Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Più fascino grazie ai carotenoidi, che donano colorito

Siamo attratti dai volti sani, ma spesso è solo apparenza

di
Pubblicato il: 16-02-2017
Siamo attratti dai volti sani, ma spesso è solo apparenza © Thinkstock

Sanihelp.it - Secondo una recente ricerca, condotta dalla University of Western Australia e pubblicata su Behavioural Ecology, siamo attratti dalle persone con volti che, secondo gli stereotipi culturali, rappresenterebbero il ritratto della salute: così, l’uomo caucasico riterrebbe più attraenti coloro che presentano una carnagione del viso rosea o dorata. Il punto però è che, in realtà, in questo caso l’incarnato non è necessariamente indizio di buona salute. In effetti, ciò che fornisce alla pelle del volto quel colorito rosato sono i carotenoidi, pigmenti vegetali rossi e gialli, presenti nella frutta e verdura che consumiamo nella nostra dieta. Elementi che, se assunti in abbondanza, regalano colore al viso.

C’è da dire che, in passato, alcune ricerche avevano dimostrato che anche in diverse specie di uccelli, di pesci e di rettili le femmine sono più attratte dai maschi colorati. Secondo gli studiosi, ciò avviene perché, appunto, la colorazione sarebbe indizio di buona salute: la logica finale è quella della riproduzione, che porta ad orientarsi verso partner che, apparentemente, ci sembrano più adatti a dar vita a una prole sana. A partire da questo dato relativo al mondo animale, gli scienziati australiani hanno deciso di stabilire se la correlazione tra carotenoidi, colore del volto e sentimenti di attrazione fosse presente anche per la specie umana.

Per l’esperimento sono stati coinvolti 63 maschi caucasici eterosessuali; a 43 di loro è stato somministrato beta-carotene per 12 settimane, gli altri 20 - che definivano il gruppo di controllo - hanno assunto soltanto un placebo. Tutti i partecipanti sono stati fotografati più volte, nel corso dello studio, per documentare gli eventuali cambiamenti nel colore del volto. Dopodiché, a 33 donne bianche eterosessuali è stato chiesto di valutare il fascino dei volti di tutti i partecipanti, osservando le loro fotografie. Ne è risultato che gli integratori di beta-carotene hanno effettivamente aumentato il rossore dei visi dei maschi che li avevano assunti e, a seguito di ciò, essi dimostravano un 50% di probabilità in più di essere scelti dalle donne rispetto alla fase pre-integratori e rispetto a coloro che avevano assunto soltanto il placebo. Ma ciò che è importante sottolinerare è il fatto che, secondo i ricercatori, i carotenoidi avevano sì aumentato il fascino dei candidati, ma non la loro salute.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
University of Western Australia, Behavioural Ecology

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti