Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Passo importante per ottenere nuovi antibiotici

Sempre più vicini a creare un genoma sintetico

di
Pubblicato il: 17-03-2017
Sempre più vicini a creare un genoma sintetico © Thinkstock

Sanihelp.it - Un ulteriore passo è stato fatto lungo la strada verso la realizzazione della cellula artificiale, e pertanto della ‘vita’ costruita in laboratorio. Una serie di articoli pubblicati su Science annuncia infatti la costruzione di cinque cromosomi del lievito del pane, tramite un modello già esistente e utilizzando componenti naturali assemblati con uno speciale software; cromosomi che, aggiunti a quello già ottenuto nel 2014, vanno dunque a formare i 6 dei 16 totali costituenti il DNA del lievito.

Dei nove articoli pubblicati su Science, sette si devono al progetto internazionale Genoma Sintetico del Lievito, lo stesso che aveva ottenuto il primo cromosoma, esattamente tre anni fa. Il lievito del pane - che condivide con l’essere umano circa un terzo dei suoi semila geni - si conferma dunque ‘apripista’ nell’ambito della genetica, considerando che nel 1996 è stato il primo organismo eucariota (ovvero con le cellule dotate di un nucleo isolato e protetto da una membrana) di cui è stata ottenuta la mappa dell’intero Dna. L’obiettivo da raggiungere è dichiaratamente quello di costruire la versione sintetica dei restanti dieci cromosomi, ed ottenere così il primo genoma sintetico mai realizzato. Avere un lievito sintetico apre a molte possibili applicazioni: in futuro, infatti, i suoi cromosomi sintetici potrebbero essere modificati per ottenere biocarburanti più ecologici e nuovi antibiotici.

La realizzazione del primo cromosoma sintetico del lievito di birra, il SYN III, come detto risale al 2014. A quel tempo, il genetista Edoardo Boncinelli lo aveva definito «un grande passo, che apre la strada alla realizzazione di qualsiasi tipo di cellula artificiale che possieda specifici geni. Per la prima volta, nel campo della vita artificiale, si passa da un regno ad un altro: da quello degli organismi più semplici, come i batteri, a quello degli eucarioti, le cui cellule hanno un nucleo come quelle dell’uomo». Negli esperimenti precedenti erano stati costruiti in laboratorio cromosomi di batteri e materiale genetico di virus, ma mai un intero cromosoma di un organismo eucariota. Il coordinatore del team che realizzò il primo cromosoma del lievito, Jef Boeke, così dichiarava: «abbiamo dimostrato che le cellule con il cromosoma sintetico incorporato sono assolutamente normali, si comportano in modo praticamente identico alle cellule ‘naturali’, con la differenza che possiedono nuove capacità e riescono a fare cose che il lievito naturale non può fare».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Science

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti