Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cure dolci

Ritenzione idrica: come ridurla coi rimedi naturali

di
Pubblicato il: 18-04-2017

I primi caldi accentuano questo tipo di disturbo, che colpisce soprattutto le donne e che può essere piuttosto fastidioso. Ecco come affrontarla senza farmaci

Ritenzione idrica: come ridurla coi rimedi naturali © Thinkstock

Sanihelp.it - Le temperature aumentano e così si presenta la prima ritenzione idrica.

Questa espressione, che sta ad indicare la tendenza del corpo a trattenere i liquidi, è riferita ad un disturbo che colpisce soprattutto le donne, spesso senza particolari distinzioni di età.

Sicuramente lo stile di vita può influire, positivamente e negativamente, sulla ritenzione, ma nel caso in cui questa si presenti nonostante la corretta alimentazione e lo sport, è possibile contrastarla con i rimedi naturali.

La natura offre molte erbe e sostanze vegetali in grado di aiutare con questo tipo di problema. Primo fra tutti il tarassaco, un diuretico particolarmente noto e anche capace di stimolare non solo la diuresi, ma anche la riduzione dei liquidi in generale all'interno del corpo.

Anche la Centella Asiatica è molto utile in questi casi, così come il Gambo d'ananas. Tutte queste preparazioni vegetali possono essere somministrate in formulazioni differenti e sarà l'erborista a fornire i consigli più utili, caso per caso.

Anche l'omeopatia può essere molto utile in questi casi, andando ad agire su due fronti: quello generale, legato alla disintossicazione del corpo e quello specifico riferito all'accumulo di liquidi.

I rimedi che vengono prescritti in questi casi possono essere molteplici, e variare a seconda della propria costituzione fisica, ma alcuni sono certamente utilizzati in molti casi. Tra quesi si annovera la China Rubra, che agisce sulla ritenzione e sul gonfiore, il Natrum Sulphuricum, che aiuta fegato e reni a lavorare meglio, e Pulsatilla, che si utlizza soprattutto nel caso di problematiche circolatorie.

Anche i massaggi possono essere molto utili in questi casi, dal linfodrenaggio, che aiuta l'eliminazione delle tossine e riattiva la normale circolazione linfatica, ai trattamenti ayurvedici, che vanno ad agire a livello viscerale e profondo sugli organi deputati alla purificazione dell'organismo.

Infine, anche l'agopuntura viene spesso utilizzata in questi casi. Tale medicina andrà a ripristinare il normale equilibrio del corpo, contrastando le difficoltà dell'organismo nell'eliminazione dei liquidi e delle tossine.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti