Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Per superare il tabù lanciata l'iniziativa #Controllati

Uomini: quando il sesso diventa un problema

di
Pubblicato il: 11-05-2017
Uomini: quando il sesso diventa un problema © Thinkstock

Sanihelp.it - In vista del Mese della prevenzione urologica nell'uomo - giugno 2017 - promosso dalla Società italiana di urologia (Siu), la Società stessa ha presentato i dati sulla salute sessuale degli italiani riferiti all’anno 2016 e, purtroppo, non sono dati confortanti: al contrario, la situazione sembra critica. Principalmente, secondo gli esperti, a causa della permanente scarsa informazione sull’argomento, come se fossimo ancora 50 anni addietro, quando certi temi erano tabù e non era possibile affrontarli.

I dati presi in esame provengono da un’ottantina di centri urologici che hanno raccolto informazioni su quasi 10 mila pazienti con una vita di coppia stabile (sposati o conviventi). Ne è emerso che oltre la metà (53%) dei maschi italiani ha problemi di prostata; siano essi iperplasie prostatiche benigne, tumori della prostata o prostatiti. Un italiano su tre è invece affetto da patologie testicolari o disturbi sessuali: difunzione erettile per il 15,5%, calo della libido per il 7,6% ed eiaculazione precoce per il 7,5%. Ma sono emersi anche altri problemi, quali: disturbi renali (6%) e urinari (5,4%), a cui si aggiungono quelli di nicturia (24,7%), di disuria (15,7%), di senso di svuotamento incompleto (18%) e di urgenza minzionale (circa il 15%).

Nel complesso, più della metà dei maschi italiani, nella fascia di età compresa tra i 25 e i 75 anni, presenta un problema legato all’apparato uro-genitale. Si è compreso inoltre che disfunzioni sessuali e problemi urinari trovano nella sindrome metabolica un denominatore comune che li pone in collegamento.

Secondo gli psicologi, un eccesso di cattiva informazione prevalentemente reperita online e il fatto che in ambito amicale emerga troppo spesso un senso di competizione tra consessuati, sarebbero alla base di un vero e proprio allarme sesso tra gli under 30: l’insoddisfazione per il proprio pene - che ha persino un nome: disformopenefobia - è un vero e proprio disturbo che deriva per lo più dal modo in cui i giovani subiscono certi modelli dei più famosi sex symbol, ritenendo costoro la norma e sentendosì inadeguati.

E’ dunque proprio per fare chiarezza sulle problematiche sessuali e sensibilizzare il maschio a prendersi cura della propria salute intima che a giugno la Siu lancerà la seconda edizione della campagna #Controllati: per insegnare agli uomini il valore e l’importanza della prevenzione, specie in tema di disturbi prostatici e sessuali, quelli più frequenti e critici a qualunque età.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Società Italiana Urologia

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti