Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Diversi sono i benefici psicologici e fisici

6 buoni motivi per far crescere i bimbi in compagnia dei pet

di
Pubblicato il: 16-05-2017

Tenere un pet in casa aiuta a crescere meglio. Gli animali domestici stimolano la capacità di comunicare, aiutano a proteggere il bambino dai pericoli, riducono il rischio sovrappeso

6 buoni motivi per far crescere i bimbi in compagnia dei pet © Thinkstock

Sanihelp.itConvivere con gli animali domestici porta a una serie di benefici psicologici e fisici. Aiuta i bimbi a crescere bene. Lo dimostrano numerose ricerche scientifiche. Ci sono diversi motivi per i quali ogni bambino dovrebbe crescere in casa con un pet, cane o gatto, tra i tanti, di seguito ne vengono analizzati sei.

Dal combattere il rischio sovrappeso al ridurre il rischio di allergie: secondo uno studio realizzato dai ricercatori della University of Western Australia, i piccoli che crescono con un cane in casa hanno il 50 per cento di probabilità in più rispetto a chi non ha un pet di svolgere attività fisica. Un elemento importante, quello della ginnastica, da non trascurare e che viene raccomandato dai pediatri per crescere sani.  Un altro studio, pubblicato da Clinical & Experimental Allergy, indica il secondo motivo: i bambini che durante il loro primo anno di vita sono cresciuti in compagnia di un cane hanno il 50 per cento di possibilità in meno di soffrire di allergie rispetto ai giovani che non hanno vissuto con un pet.

 Il terzo motivo lo suggerisce una ricerca pubblicata su International Journal of Environmental Research and Public Health e riguarda la sensazione di protezione che assicurano gli animali domestici. I cani, infatti, proteggono dai pericoli, aiutano nella diagnosi precoce di alcune patologie, fiutano i veleni, soccorrono in caso di disastri o allontanano un malintenzionato. E non solo: avvertono il pericolo di un terremoto o di un temporale. Il quarto motivo riguarda invece la socializzazione e la possibilità di insegnare al bambino a prendersi cura di qualcun altro invece di concentrare l’attenzione su se stesso. Un modo per renderlo meno viziato e più responsabile.

C’è poi il quinto motivo che riguarda la capacità di imparare a distinguere la diversità e stimolare inoltre la sua capacità di comunicazione. Infine, il sesto motivo, riguarda lo stress. Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Pretoria in Sudafrica, gli animali aiutano sia gli adulti sia i bambini ad affrontare momenti difficili, con calma e meno stress. Accarezzare un cane o un gatto, come è stato provato scientificamente, serve ad abbassare la pressione sanguigna e la tensione. Insomma, si può imparare giocando, meglio se con un pet accanto. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
University of Western Australia, Clinical & Experimental Allergy, Università di Pretoria in Sudafrica

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti