Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione

Tumore della vescica, il fumo è tra le cause principali

di
Pubblicato il: 16-05-2017

Il tumore della vescica è uno dei più frequenti negli uomini. Il fumo di sigaretta è una delle cause principali della sua insorgenza.

Tumore della vescica, il fumo è tra le cause principali © Thinkstock

Sanihelp.it - Il tumore della vescica è il quarto tumore più frequente negli uomini e l’undicesimo nelle donne. Tra le cause principali, il fumo di sigaretta: in Italia, il 65% dei casi negli uomini è correlato al vizio del fumo.

La neoplasia registra un lieve aumento nel nostro Paese e si stima che dal 2030 ci saranno più di 35mila nuovi casi ogni anno.

I dati sono stati diffusi dalla Società Italiana di Urologia Oncologica (SIUrO), nel corso di un incontro dedicato a questa patologia.

Il dottor Renzo Colombo, urologo e Coordinatore di Area Uro-Oncologica dell’Ospedale San Raffaele di Milano, spiega: «Le differenze di genere in questa patologia sono abbastanza evidenti. Ogni anno in Italia si ammalano 21mila uomini e 5mila donne. Tuttavia, rispetto al passato, mentre oggi l’incidenza di questa malattia negli uomini è in riduzione, nelle donne risulta in sensibile aumento.

Il fumatore ha un rischio di sviluppare la malattia che è quasi cinque volte superiore rispetto a un non tabagista. Il vizio, storicamente quasi esclusivamente maschile, è negli ultimi anni in deciso aumento tra le donne italiane e questo può spiegare l’aumento dei casi femminili. Smettere di fumare riduce significativamente il rischio di sviluppare un carcinoma della vescica dopo dieci anni, tuttavia anche dopo vent’anni dalla sospensione, il rischio rimane comunque superiore a quello di coloro che non hanno mai fumato.

Le oltre 4mila sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene contenute nei prodotti a base di tabacco, una volta inalate, passano nel sangue e da questo fino a reni e vescica. Sono quindi necessarie campagne di informazione specifiche contro il tabagismo e gli altri fattori di rischio, al fine di rendere efficace la prevenzione dei tumori del tratto urinario. Rientrano in questo contesto l’educazione a un adeguato stile di vita e a un corretto regime dietetico; analogamente è essenziale aumentare la sorveglianza nelle persone a rischio per sesso, età ed esposizione ad alcune sostanze chimiche». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti