Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione

Giornata senza tabacco, i benefici dello stop al fumo

di
Pubblicato il: 30-05-2017

Ricorre mercoledì 31 maggio la Giornata Mondiale senza Tabacco, indetta anche quest'anno dall'Organizzazione Mondiale per la Sanità. Una giornata in cui l'invito è quello di evitare il tabacco per 24 ore e poi definitivamente.

Giornata senza tabacco, i benefici dello stop al fumo © Thinkstock

Sanihelp.it - Il tema scelto dall’Oms per il 2017 è "Tabacco - una minaccia per lo sviluppo". La Campagna punta a dimostrare come l'industria del tabacco rappresenti un pericolo per lo sviluppo sostenibile di tutti i Paesi, per la salute e per il benessere economico dei cittadini. Verranno anche proposte misure per promuovere stili di vita consapevoli.

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 6 milioni di persone muoiono ogni anno a causa del fumo, una cifra che è destinata a crescere a più di 8 milioni l'anno entro il 2030, se non si interviene in maniera concreta.

Le sostanze cancerogene contenute nel fumo di sigaretta favoriscono poi lo sviluppo di diverse patologie tumorali, tumore del polmone in primis, ma stimolano anche i tumori del cavo orale e della gola, quelli del pancreas, del colon, della vescica, del rene, dell’esofago e del seno. 

Smettere di fumare produce benefici importanti nel nostro organismo, già dopo otto ore dall’ultima sigaretta.

Ecco cosa accade quando si smette di fumare, come spiega la LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, sezione provinciale di Milano.

Dopo 8 ore i livelli di nicotina e monossido di carbonio nel sangue si dimezzano e i livelli di ossigeno ritornano normali.

Dopo 24 ore il monossido di carbonio viene eliminato dal corpo. I polmoni iniziano a espellere le sostanze nocive depositate nel tessuto.

Dopo 48 ore non c’è più traccia di nicotina nell’organismo, migliora in maniera significativa la capacità gustativa e olfattiva.

Dopo 72 ore migliora la respirazione e il progressivo rilassamento bronchiale conferisce una sensazione di benessere.

Dopo due settimane migliorano i parametri della circolazione sanguigna e trascorsi nove mesi le ciglia vibratili dell’apparato respiratorio, paralizzate dal catrame, riprendono la loro attività per difendere l’organismo dalle infezioni.

Dopo cinque anni il rischio di problemi cardiaci e polmonari si dimezza e dopo dieci anni il rischio di problemi cardiaci e polmonari si allinea a quello di coloro che non hanno mai fumato.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Organizzazione Mondiale della Sanità, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - sezione provinciale di Milano

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti