Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rughe, occhiaie e glutei rilassati: le novità della medicina

di
Pubblicato il: 07-06-2017
Rughe, occhiaie e glutei rilassati: le novità della medicina © Thinkstock

Sanihelp.it - È una medicina estetica sempre meno invasiva, ma più efficace, quella che emerge dal 37° congresso nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica. Tra le novità, i nuovi peeling più leggeri, con i quali ottenere gli stessi risultati che una volta si ottenevano con prodotti molto più aggressivi. La minor aggressività si basa sull’interazione di diverse sostanze: si abbassa la percentuale dei vari elementi caustici che la compongono e l’effetto migliora rispetto al passato.

Anche il peeling al fenolo è importante perché fatto in sala operatoria (e le rughe sono cancellate). I risultati sono migliori di qualsiasi laser (anche ablativo). I risultati su rughe e macchie sono eccezionali, senza dimenticare che, essendo un po' più aggressivo, può dare qualche effetto collaterale anche importante. 

La tossina botulinica non segue più le zone fisse di infiltrazione, ma tiene conto del fatto che ogni viso ha esigenze diverse: non esistono due persone che corrugano la fronte nello stesso modo. Le ultime indicazioni dicono che è meglio utilizzare meno tossina e più di frequente (anche se mai ripetere il trattamento prima dei 4 mesi) piuttosto che in grandi quantità per far durare di più il risultato, con effetti però paralizzanti e risultati poco naturali. 

Braccia, interno coscia e glutei: ottimi risultati sul miglioramento del tono cutaneo con fili di biostimolazione, fili di sospensione e sostanze come l’acido polilattico o l’idrossiapatite di calcio, diluite rispetto a quelle che si usano sul viso, per ottenere una produzione di collagene in grado di riportare un vero ricompattamento cutaneo.

Palpebre e zona perioculare: in questo campo l’acido ialuronico la fa da padrone, ma oggi ci sono acidi specificamente indicati per questa regione. L’area difficile è quella delle occhiaie: oggi i risultati migliori si ottengono con infiltrazioni di cellule staminali di tessuto adiposo, associate a plasma arricchito di piastrine: riesce a migliorare la pigmentazione cutanea e le cellule staminali di tessuto adiposo riescono a migliorare l’ispessimento del tessuto delle occhiaie, senza rischio di effetti collaterali. Il trattamento va ripetuto un’altra volta in tempi più brevi del previsto. 

Sia il prelievo di tessuto adiposo che il suo reinnesto sono sempre meno chirurgici, perché le metodologie sono sempre meno invasive. L’utilizzo delle cellule staminali in medicina estetica è molto più avanzato perché riesce a dare risultati ottimi. Le ultime novità. In testa i nuovi filler – l’agarosio, importante alternativa all’acido ialuronico – e il collagene come biostimolazione, pratica che invece fino a oggi è stata fatta solo con acido ialuronico.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
37° Congresso nazionale Società Italiana di Medicina Estetica

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti