Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Un disturbo che interessa 500 mila persone in Italia

Nasce in Italia una nuova terapia contro l'epilessia

di
Pubblicato il: 05-06-2017
Nasce in Italia una nuova terapia contro l'epilessia © Thinkstock

Sanihelp.it - .L’epilessia è una malattia del sistema nervoso centrale per cui l'attività delle cellule nervose del cervello si interrompe. Ciò può causare: convulsioni, periodi di comportamento insolito e, in certi casi, perdita di coscienza. E’ un disturbo che interessa l’1% della popolazione mondiale, 500 mila persone nel nostro Paese; dunque un numero rilevante di individui, nonostante ciò - anche e soprattutto a causa del tradizionale stigma sociale per cui viene erroneamente associata alla malattia mentale - l’epilessia spesso non viene affrontata adeguatamente da chi ne soffre, con tutto ciò che ne consegue.

Ora, un nuovo studio dell’Irccs Istituto di Ricerche Farmacologiche ‘Mario Negri’ apre prospettive interessanti sul piano dei trattamenti di questa terribile malattia. La ricerca, condotta da Annamaria Vezzani e pubblicata sulla rivista scientifica Brain, avrebbe dimostrato che la combinazione di due farmaci anti-ossidanti già utilizzati nella pratica medica - la N-Acetilcisteina e il sulforafano - se somministrata per un breve periodo negli animali esposti ad un fattore di rischio per lo sviluppo di epilessia, riduce drasticamente il numero e la progressione delle crisi epilettiche e risulta neuroprotettiva; biomarcatori dello stress ossidativo si possono misurare nel sangue e sono predittivi della risposta terapeutica ai farmaci antiossidanti.

Grazie alla ricerca è stato verificato che lo stress ossidativo, innescato nel cervello da un danno che induce epilessia, rappresenta un meccanismo centrale per lo sviluppo e la progressione delle crisi epilettiche, la morte dei neuroni e il deficit di memoria. Peraltro, tale stress ossidativo provoca la formazione di una molecola patologica nel cervello, ossia la forma ossidata di Hmgb1, che è coinvolta nella generazione delle crisi; i farmaci utilizzati prevengono la generazione di questa molecola evidenziando dunque un nuovo meccanismo che contribuisce ai loro effetti terapeutici.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Brain

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti