Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Problemi intimi risolti senza bisturi, in 3 sedute

di
Pubblicato il: 28-06-2017
Problemi intimi risolti senza bisturi, in 3 sedute © Thinkstock

Sanihelp.it - Le donne non ne parlano per imbarazzo, ma a soffrire di incontinenza urinaria sono oltre 2 milioni in Italia, di tutte le età. Le cause sono di diverso tipo e hanno a che fare con l’avanzare degli anni, ma non solo, per esempio anche con le gravidanze e i parti. La dottoressa Katharina Sirch, medico operante a Milano nell'ambito delle cure estetiche e trattamenti antiaging, propone un nuovo trattamento, nato negli USA, non chirurgico, non invasivo e indolore, chiamato ThermiVa.

Il trattamento utilizza la termoterapia a temperatura controllata per risolvere non solo l'incontinenza urinaria, ma anche disturbi vaginali provocati da secchezza, lassità, atrofia. Il calore della radiofrequenza contribuisce a migliorare l’aspetto estetico dell’area vulvo-vaginale e le percezioni durante l’attività sessuale, senza la necessità di ricorrere a una vaginoplastica.

Secchezza vaginale in menopausa: questo disturbo fa soffrire il 47% delle donne già dopo soli 3 anni dopo l’ultimo ciclo,a causa della scomparsa degli estrogeni. Se il problema non viene curato, la percentuale continua a salire. A 10 anni dalla menopausa, la secchezza vaginale subentra nella maggioranza delle donne con conseguenti problemi più o meno gravi.

Rilassamento vaginale: chiamato anche wide vagina, si riferisce a una condizione delle strutture vaginali e pelviche quando, per diversi motivi, perdono tonicità e resistenza e subiscono un rilassamento. Il parto naturale può essere una causa della wide vagina. Spesso la lassità vaginale è associata all'incontinenza urinaria.

Atrofia vulvo-vaginale: non è meno diffusa e interessa circa il 50% delle donne in menopausa. Si verifica quando le ovaie smettono di produrre estrogeni e di conseguenza il tessuto vaginale e degli organi vicini modifica la sua struttura. Questa condizione comporta un insieme di sintomi che influiscono negativamente sulla qualità della vita della donna, anche a livello di coppia.

ThermiVa utilizza energia a radiofrequenza per riscaldare i tessuti a una temperatura controllata tramite una sonda ondulata della grandezza di un dito. Questo calore stimola – in modo gentile – la produzione di collagene mentre rassoda i tessuti labiali e vaginali. La tecnologia è sicura e non richiede l'applicazione di anestesia, ma solo di un gel ecografico.

Con l’utilizzo della radiofrequenza si stimola la compattazione delle aree trattate: l’idratazione e il restringimento della vagina aumentano, con riduzione di perdite urinarie e secchezza vaginale. Subito dopo il trattamento è possibile proseguire la propria routine.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Dottoressa Katharina Sirch

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti