Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Il caldo rende irritabili: ruolo dell'alimentazione

di
Pubblicato il: 27-06-2017

Uno studio scientifico sottolinea quanto il caldo renda suscettibili e irritabili, chi è anche insonne può diventare un vero orso. Quanto pesa l'alimentazione?

Il caldo rende irritabili: ruolo dell'alimentazione © Thinkstock

Sanihelp.it - Quando fa caldo tutto sembra diventare molto più difficile: l’impressione è di non avere la forza e la volontà di fare niente, si suda e a risentirne è anche l’umore.

Non è solo una percezione, ma una vera e propria evidenza scientifica come sottolineato da uno studio pubblicato sulla rivista Europen Journal of Social Psychology.

Gli autori dello studio hanno strutturato il loro lavoro di ricerca in maniera tale da cercare di capire in che modo il caldo incide sull’umore delle persone: per questo hanno studiato dapprima il comportamento di dipendenti che dovevano lavorare in un ambiente torrido scoprendo che in caso di temperature estreme si sono dimostrati del 50% meno propensi ad aiutare i clienti e consigliarli nel modo giusto.

In un secondo esperimento i volontari sono stati pagati per ricordare un evento strettamente legato al caldo e successivamente è stato chiesto loro un aiuto per condurre, gratuitamente, un sondaggio online, ma anche in questo caso l’argomento caldo li ha resi molto poco disponibili ad effettuare gratis quanto richiesto.

Tirando le somme, dunque, gli autori dello studio non hanno potuto che concludere che il caldo rende davvero poco disponibili soprattutto ad aiutare gli altri.

Se il caldo, poi, genera anche insonnia ci si trova di fronte a persone a dir poco intrattabili.

è bene ricordare, però, come molto spesso l’insonnia estiva non è solo frutto del caldo, ma anche di scelte alimentari a dir poco discutibili: di sera, per esempio, l’alcol andrebbe del tutto evitato perché induce disidratazione e disturba le fasi del sonno profondo.

Le bevande gassate ghiacciate non aiutano a meglio sopportare il caldo, anzi tendono a indurre dilatazione gastrica e rovinare il sonno a causa del reflusso che spesso inducono.

La pizza a cena è sicuramente un’idea, ma spesso soprattutto quando sono troppo elaborate, si rischia di digerirle con grande difficoltà.

Neppure le grandi insalatone consumate a ridosso del momento di andare a letto conciliano il sonno perché sono ricchissime di fibre e quindi mangiate in grandi quantità impegnano seriamente l’apparato digerente.

Per un buon sonno nonostante la canicola, quindi, bisogna ridurre al minimo il sale che si aggiunge ai piatti, evitare di bere tisane o bevande che inducano ad alzarsi di continuo per far pipì e mangiarsi due kiwi un’ora prima di dormire, perché pare sia un vero toccasana!



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Europen Journal of Social Psychology

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti