Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mamme in carriera: si recupera nel week end

di
Pubblicato il: 19-02-2002

Basta luoghi comuni. Se la mamma lavora non significa che trascura il proprio bambino. Uno studio sulle cure e le interazioni tra mamma e piccolo ha rilevato chje il diario tra lavoratrici e casalinghe non è così elevato. E poi c'è il week end.

Sanihelp.it - Le mamme a tempo pieno passano con i propri figli circa 38 ore alla settimana, contro le 26 ore delle mamme lavoratrici; una differenza di sole 12 ore settimanali ma il livello qualitativo dell’interazione tra madre e figlio non sembra essere inferiore e infatti la crescita del bambino non ne risente.

Uno studio condotto dal National Institute of Child Health and Human Development, ha preso in considerazione lo sviluppo mentale, la comunicazione, l’affetto e altri fattori in pargoli di 15 mesi di età, i dati sembrano mostrare la mancanza di differenze sostanziali tra bambini con mamme casalinghe e quelli con mamme lavoratrici.

Sono stati comparati 143 bimbi che trascorrono più di 30 ore settimanali alla scuola materna con 183 bimbi che rimanevano a casa con la madre. Si è preso in esame il tempo trascorso quotidianamente con la madre e la sua qualità, in bambini di 6 mesi e osservando i risultati intorno ai 15 mesi di vita.

Secondo quanto pubblicato dal Journal of Marriage and Family, la mamme i cui figli frequentavano asili diurni, trascorrevano ogni settimana il 32% di tempo in meno con i propri figli rispetto alle mamme casalinghe.

Lo studio ha evidenziato anche che non vi è alcuna differenza tra la qualità delle cure e delle attenzioni fornite dalle mamme lavoratrici rispetto a quelle casalinghe.

Esaminando i risultati emersi si evidenzia come uno degli errori più comuni è pensare che le mamme casalinghe passino gran parte del loro tempo giocando ed interagendo con i bambini nell’ambiente domestico mentre nella realtà questo non avviene.

Inoltre mentre è vero che le madri casalinghe passano più tempo con i figli durante la settimana (circa 6 ore al giorno, rispetto alle 3 delle mamme lavoratrici o in carriera), nei weekend le lavoratrici si rifanno del tempo perduto durante la settimana e si dedicano per molte più ore ai figli.

Secondo la dottoressa Cathryn Booth, insegnante di puericultura all’Università di Washington a Seattle è ora di sfatare la leggenda che afferma che la lontananza dal proprio figlio, influisce negativamente sull’interazione con il bambino in quanto non si è in grado di recepire al meglio i “segnali trasmessi dal bambino”. I risultati dello studio hanno dimostrato chiaramente che non esistono differenze tra i due gruppi in termini di qualità di interazione.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Journal of Marriage and Family 2002

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti