Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cure alternative

Labirintite, come affrontarla coi rimedi naturali

di
Pubblicato il: 29-08-2017

Come aiutare le proprie orecchie a recuperare la salute riducendo il senso di vertigine e gli altri disturbi correlati a questa infiammazione

Labirintite, come affrontarla coi rimedi naturali © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Non sentirsi stabili sui piedi e vedere il mondo vorticare: questa è la sensazione che molte persone che soffrono di labirintite provano ogni giorno.

La labirintite, come si può immaginare, è un'infiammazione di una parte interna dell'orecchio, chiamata labirinto, che può essere determinata da diversi fattori, dai virus sino ai traumi e, addirittura allo stress.

Dopo la diagnosi il medico potrà prescrivere le cure più appropriate per eliminare sia l'infiammazione sia i problemi che derivano da essa, come le vertigini, gli acufeni e la riduzione dell'udito. Si potrà aiutare il proprio corpo a recuperare più in fretta utilizzando anche dei rimedi naturali grazie ai quali accelerare il processo di guarigione.

Ci si potrà affidare, in primo luogo, a trattamenti come la riflessologia plantare e l'agopuntura: la prima agisce sui punti riflessi del corpo presenti sui piedi, mentre la seconda sfrutta i meridiani per ristabilire la salute dell'organismo.

In entrambi i casi, queste terapie non invasive possono portare non solo il paziente a stare meglio, ma anche a ridurre la sintomatologia fastidiosa che è la parte più invalidante della labirintite.

Nel caso in cui si abbia una labirintite da stress, che si può presentare nei casi in cui il corpo risponda negativamente ad una situazione protratta di affaticamento, sarà possibile iniziare a ridurre i sintomi utilizzando alcune erbe rilassanti, come la valeriana, la camomilla e la passiflora.

Allo stesso modo, essendo la labirintite un'infiammazione profonda, che può colpire l'orecchio durante raffreddori ed infuenze, si potrà aiutare il sistema immunitario anche a livello ayurvedico, utilizzando la curcuma, che è un potente anti infiammatorio, e anche utilizzando sistemi non ayurvedici, come l'echinacea e la pappa reale.

In questo modo, continuando a seguire le cure previste dal medico, sarà possibile comunque aiutare il corpo a rafforzarsi e a combattere più in fretta l'infezione.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti