Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La dieta vegana che fa bene alla pelle

di
Pubblicato il: 30-08-2017
La dieta vegana che fa bene alla pelle © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - L’alimentazione è il cosmetico migliore per la cute e gli annessi cutanei (unghie e capelli): studi e pubblicazioni scientifiche hanno messo in evidenza i benefici di una corretta nutrizione nel combattere i radicali liberi, i processi di ossidazione e, di conseguenza, l’invecchiamento.

Quindi che cosa fare per non vanificare gli effetti positivi dell’esposizione al sole, riparare la pelle disidratata dai raggi ultravioletti, aiutare la secchezza delle chiome ed evitare lo sfaldarsi delle unghie?

L’alimentazione viene in soccorso con un programma creato ad hoc e pensato anche per quella larga fascia della popolazione che ha scelto una dieta vegana grazie ai consigli della dottoressa Maddalena Montalbano, medico dermatologo e specialista in medicina estetica a Milano: «Fondamentale è assumere sempre 2 litri di acqua al giorno. Inoltre è necessario integrare l’alimentazione con alcune vitamine». 

Vitamina A, contenuta nella frutta giallo - arancione, rossa e nelle verdure come cavolo, broccolo e spinaci, ricchissimi di zeaxantina, che assorbe le radiazioni solari eccedenti e svolge una forte azione antiossidante.

Vitamina E, contenuta in olio di oliva e olio di germe di grano, ad altissima azione antiossidante e sinergizzante con gli altri antiradicali.

Vitamina C, di cui sono ricche le verdure rosse, gialle, arancioni (come la papaia e l’acerola, di cui in commercio si trovano gustosissimi succhi di frutta).

Vitamina B5, che stimola i fibroblasti cioè le cellule della pelle a rigenerarsi, presente nel grano saraceno, nella pappa reale, nel polline (di cui basta solo una punta di cucchiaio al giorno), nei cereali integrali e nelle nocciole.

Vitamina H o biotina, che favorisce i processi biologici di ristrutturazione della cute, dei capelli e delle unghie con azione antinfiammatoria soprattutto in seguito a eritemi solari e di cui sono ricchi i pomodori, i piselli, i fagioli, gli spinaci e le noci.

Vitamina F, che garantisce un corretto apporto di acidi grassi essenziali per l’idratazione cutanea e che si trova nell’olio di oliva, nel ribes nero, nei vegetali a foglia verde, nello zafferano, nell’avena e nella frutta secca.

Per potenziare gli effetti dell’alimentazione, via libera a creme e oli reidratanti a base di vitamine, in grado di ripristinare la barriera lipidica cutanea grazie alla loro azione emolliente e protettiva, contrastando lo stress ossidativo provocato dagli agenti esterni (raggi solari e inquinamento). Il consiglio? Spalmare in abbondanza su corpo, capelli e unghie.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
redazione

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti