Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Scegliere il chirurgo plastico sui social? Occhio ai rischi

di
Pubblicato il: 13-09-2017
Scegliere il chirurgo plastico sui social? Occhio ai rischi © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Non basta qualche bella foto pubblicata sui social network per scegliere il chirurgo plastico a cui affidarsi: occorre verificarne le qualifiche, molto spesso inesistenti. È quanto rivela uno studio, realizzato dalla Northwestern Medicine e pubblicato sulla rivista scientifica Aesthetic Surgery Journal, che ha analizzato la provenienza dei post pubblicati sul tema chirurgia plastica su Instagram.

Secondo la pubblicazione, negli Stati Uniti e in Canada solo il 17.8% dei post di Instagram sulla chirurgia plastica è riconducibile a professionisti certificati: per il resto abbondano medici senza preparazioni specifiche.

«Anche in Italia, molti parlano sui social di medicina e chirurgia estetica e la praticano pur non avendone le qualifiche, mettendo a rischio la salute dei cittadini e screditando la professione», commenta il Past President della Federazione Italiana di Medicina Estetica, Raffaele Rauso.

Il problema vero non sono tanto i social network, che sono un mezzo di promozione, quanto accertarsi che chi si propone per certi interventi abbia una preparazione adeguata. I social sono un modo conveniente, pratico e veloce per conoscere il modo in cui lavorano i chirurghi e le procedure che eseguono. L’importante è cercare le notizie giuste, controllando titoli e qualifiche, senza fidarsi di qualche bella immagine. 

Lo studio americano ha analizzato i risultati di almeno 21 hashtag legati all’argomento chirurgia plastica, per un totale di 1.8 milioni di post pubblicati in una giornata: di questi, il 26% era riconducibile a medici senza specializzazione in chirurgia plastica come ginecologi e chirurghi generali, senza contare quelli di persone senza titoli per farlo, come parrucchieri o estetiste.

In Italia per praticare la medicina e la chirurgia estetica l’unico requisito richiesto è la laurea in medicina e chirurgia, senza nessuna specializzazione. Molti medici si dedicano così all’estetica per arrotondare gli introiti, senza averne le competenze, causando danni. Non sempre è semplice capire con quali criteri distinguere un professionista medico a cui affidarsi: bisogna controllare sul portale della FNOMCeO, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, dove sono riportati i titoli che i medici hanno conseguito.

Spesso i cittadini non fanno domande ai medici in quanto temono che questo possa essere scambiato per una mancanza di fiducia, ma è giusto accertarsi che il professionista a cui ci si rivolge sia quello giusto. È bene chiedere specifiche su preparazione in chirurgia e medicina estetica, numero di procedure già eseguite e strutture utilizzate per gli interventi. Inoltre bisogna informarsi bene sull’operazione che si va ad affrontare: i risultati che realisticamente si potranno raggiungere, tempi di recupero, rischi, eventuali complicazioni e la loro gestione. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Raffaele Rauso

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti