Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Allergie: colpiti un italiano su 4

di
Pubblicato il: 11-10-2017
Allergie: colpiti un italiano su 4 © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Secondo gli esperti AAIITO (Associazione Allergologi Immunologi Italiani Ospedalieri e Territoriali), è documentato un crescente incremento delle malattie allergiche in tutti i Paesi occidentali. In Italia si stima che le allergie colpiscano già adesso 1 italiano su 4 e che raddoppieranno entro il 2025, arrivando a interessare una persona su due, colpendo soprattutto i bimbi di oggi, adulti di domani.

In considerazione di questo dato, gli allergologi di AAIITO hanno avviato Allergicamente: Piano d’azione per un’allergologia sociale, una campagna informativa che proseguirà per tutto il 2018 con la distribuzione di flyer informativi, in tutti i centri di allergologia affiliati, con la programmazione di eventi istituzionali e di iniziative di sensibilizzazione nelle piazze italiane.

Le allergie gravi, con rischio di anafilassi, sono uno dei temi che verrà trattato da Allergicamente. Secondo dati del 2016 infatti circa l’1% di tutti gli accessi ai Pronto Soccorsi italiani è dovuto ad anafilassi ed è causato principalmente da reazioni allergiche sistemiche ad alimenti, punture da imenotteri e farmaci. Secondo dati del registro Europeo Anafilassi, tra il 2007 e il 2015 in malati con meno di 18 anni si registrano circa 1970 casi, con il 46% eventi avvenuti tra le mura domestiche. Prima causa nei bambini piccoli l’allergia agli alimenti, mentre negli adolescenti sono più rilevanti imenotteri e farmaci.

Nei Pronto Soccorso solo il 40% degli accessi classificati per anafilassi è trattato con adrenalina. Secondo l’ultima mappatura delle rete allergologica italiana relativa al 2017, nonostante il peso epidemiologico crescente delle patologie allergiche, si contano in totale 63 strutture tra unità operative semplici e complesse; mentre, per quanto riguarda il territorio, il rapporto stimato è di 1 ora di specialistica allergologica per ogni 32.000 abitanti.

Una richiesta di visita allergologica su tre è inappropriata. Partendo da dati inglesi, dove una recente ricerca del 2014 ha stimato che solo 43% dei soggetti inviati allo specialista allergologo abbia test allergologici positivi, AAIITO nel 2017 ha realizzato una identica valutazione in Italia: si evidenzia che la probabilità pre-test per patologia allergica sia nulla almeno nel 35 % dei malati che arrivano nello studio dell’allergologo. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AAIITO Associazione Allergologi Immunologi Italiani Ospedalieri e Territoriali

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti