Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ideali sarebbero 150 minuti a settimana

Se si eccede nello sport a rischio sono le coronarie

di
Pubblicato il: 08-11-2017
Se si eccede nello sport a rischio sono le coronarie © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Praticare sport fa bene alla salute dell’organismo ma, stando a quanto emerso da una ricerca statunitense, se si eccede si rischia di ottenere l’effetto opposto. Nello specifico, dallo studio  - denominato Cardia (Coronary Artery Risk Development in Young Adult Study) - è emerso che praticare attività fisica per più di 7 ore e mezza a settimana accresce dell’86% il rischio di depositi di calcio alle arterie coronarie; placche che, secondo molti medici, sono associabili a eventi cardiovascolari come infarti e ictus.
Per giungere a questa conclusione gli autori della ricerca hanno selezionato un campione di oltre 3 mila individui, prevalentemente maschi e di etnia caucasica, i quali all'inizio dello studio (nel 1985) avevano un’età compresa fra i 18 e i 30 anni, mentre alla fine (nel 2011) avevano fra i 43 e i 55 anni. Dopo aver diviso i partecipanti in diversi gruppi a seconda della frequenza di attività fisica abitualmente svolta, nell’arco di questi 26 anni i ricercatori li hanno costantemente minitorati. Il primo gruppo era rappresentato dai soggetti meno attivi, che svolgevano cioè meno di 150 minuti di esercizi a settimana; il secondo gruppo era formato da coloro che svolgevano mediamente 150 minuti di attività fisica a settimana, ossia la quantità raccomandata dalle linee guida internazionali; infine vi era il terzo gruppo costituito dai più sportivi, quelli che raggiungevano o superavano le 7 ore e mezza di esercizi fisici. Dopo di ciò gli scienziati americani hanno posto in relazione intensità e frequenza dell’attività fisica con malattia coronarica e rischio di infarto. Ne è emerso che chi aveva superato le 7 ore e mezza a settimana presentava, a distanza di 25 anni, una maggiore incidenza di calcificazioni alle coronarie intorno ai 50 anni; mentre i partecipanti del gruppo meno attivo, ossia coloro che avevano praticato meno di 150 minuti di esercizi a settimana, sono risultati quelli meno a rischio di questo tipo di calcificazioni. Nel caso di un’eccessiva attività sportiva il rischio di placche di calcio aumentava dell'86% nelle persone di sesso maschile e fi etnia bianca, mentre cresceva meno, cioè del 27%, se si considerano tutte le categorie di persone, ossia entrambi i sessi e tutte le etnie.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coronary Artery Risk Development in Young Adult Study

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti