Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Disponibile un nuovo farmaco contro l'obesità

di
Pubblicato il: 21-11-2017
Disponibile un nuovo farmaco contro l'obesità © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - L’obesità è un problema medicomolto diffuso in Italia. Secondo il rapporto Osservasalute 2016, che fa riferimento ai risultati dell’Indagine Multiscopo dell’Istat, emerge che in Italia, nel 2015, più di un terzo della popolazione adulta (35,3%) è in sovrappeso, mentre una persona su 10 è obesa (9,8%): complessivamente il 45,1% degli adulti è in eccesso ponderale.

Una novità importante per affrontare con successo la perdita di peso, in aggiunta a una dieta ipocalorica e un'aumentata attività fisica, è rappresentata dall’immissione in commercio in Italia, a partire dal 13 novembre 2017, di un nuovo farmacolanciato per la prima volta negli Stati Uniti alla fine del 2014 e successivamente introdotto e commercializzato con successo in molti altri Paesi.

Si tratta della combinazione di due molecole conosciute: il Naltrexone, un antagonista del recettore μ-oppioide, e il Bupropione, un inibitore debole della ricaptazione di dopamina e norepinefrina a livello neuronale. Questi due farmaci provocano un doppio effetto a livello del sistema nervoso centrale: riduzione del senso di fame e del desiderio di cibo.

Entrambe le molecole hanno profili di sicurezza noti e valutati e sono state utilizzate per oltre 20 anni come trattamenti singoli. Formulato in compresse a rilascio prolungato, il farmaco è di facile assunzione e può essere prescritto da endocrinologi, internisti, cardiologi e dagli specialisti in scienza dell’alimentazione.

È indicato per la gestione del peso in adulti con un Indice di massa corporea iniziale superiore ai 30 kg/m2 (obesi), oppure con BMI da 27 kg/m2 a 30 kg/m2 (sovrappeso) in presenza di una o più co-morbilità correlate al peso (diabete di tipo 2, dislipidemia o ipertensione controllata). Il meccanismo di rilascio prolungato del farmaco porta con sé numerosi vantaggi, quali la riduzione del numero delle somministrazioni giornaliere, una miglior accettazione e una migliorata aderenza terapeutica.

L’efficacia del prodotto è stata valutata in diversi studi clinici ed è stata testata usando un programma di sviluppo clinico. Questa novità terapeutica arriva anche in Italia dopo una storia di successi raggiunti in molti Paesi del mondo, Stati Uniti in primis, dove il prodotto ha una base di malati attualmente in trattamento molto ampia.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Bruno Farmaceutici

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.83 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti