Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gli errori più comuni

Shampoo: guida all'utilizzo

di
Pubblicato il: 21-11-2017

Quanti errori si commettono nell'operazione più semplice della beauty routine: il lavaggio. Ecco come procedere.

Shampoo: guida all'utilizzo © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - I capelli sono ancora grassi dopo la doccia o sembrano sporchi già il giorno dopo averli lavati? Cosa stiamo sbagliando? Ecco un vademecum degli errori più comuni.

Usare prodotti troppo aggressivi. Regalano una chioma brillante e morbidissima, ma se usati quotidianamente, alla lunga sfibrano e danneggiano i capelli. Si associa il potere detergente dello shampoo alla quantità di schiuma prodotta. La schiuma tuttavia non è indice di buona qualità del prodotto, ma solo della presenza di tensioattivi, le molecole pulenti. Possono risultare aggressivi sulla fibra del capello. Meglio scegliere tensioattivi al 100% di origine naturale, in grado di detergere profondamente i capelli senza rovinarli, oppure le nuove formule con tecnologia micellare, studiate per le pelli più sensibili. 

Applicarlo frettolosamente. Lo shampoo deve penetrare nelle fibre del capello e restare qualche minuto a contatto del cuoio capelluto, per esplicare la sua funzione detergente e trattante. Ricordatevi di applicarlo su tutta la testa, compresa l’area dietro le orecchie.

Lavarli troppo spesso. Non esiste una regola standard. Ogni tipo di capelli ha i suoi bisogni di lavaggio:  la frequenza dipende dalle abitudini di vita, se si fa sport intenso, si abita in ambienti urbani molto inquinati e così via. Il trucco: osservare il comportamento dei capelli per alcune settimane applicando diverse routine di lavaggio (tutti i giorni, a giorni alterni e così via), fino a trovare quella giusta.

Non lavarli. Anche questo è un errore! Chi ha la cute delicata deve scegliere shampoo delicati, testati su pelli sensibili, senza parabeni, solfati né siliconi, con un’alta percentuale di ingredienti di origine naturale, dall’azione lenitiva e infrescante.

La corretta procedura: agitare bene il prodotto prima dell’uso (sembra ovvio, ma di solito saltiamo questo passo), applicare alcune dosi di shampoo nella mano (non direttamente nei capelli) per distribuirlo ugualmente su tutte le aree dei capelli, insistendo su diverse aree con un leggero massaggio circolare, per un minuto, sciacquare con abbondante acqua, preferibilmente calda. Se i capelli sono molto sporchi, ripetere il processo con un altro dosaggio di shampoo e risciacquare nuovamente con acqua. L’ultimo step: un risciacquo con acqua fredda, per un effetto extra brillante.

Un ultimo consiglio per chi lava spesso i capelli: scegliere shampoo con attivi districanti e ammorbidenti, che consentono di fare a meno del balsamo. Dopo aver massaggiato lo shampoo sul cuoio capelluto, basta lasciarlo in posa un paio di minuti e poi passare le mani dalle radici alle punte. Si eviterà l’utilizzo del pettine per sciogliere i nodi: ogni frizione fragilizza ulteriormente il capello che, essendo bagnato, rischia di spezzarsi. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
redazione

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti