Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gastroenterologia

Manuela Arcuri intollerante al lattosio

di
Pubblicato il: 12-12-2017

L'attrice però non rinuncia completamente agli amati latticini: usa gli integratori a base di lattasi prima dei pasti con latte e formaggi.

Manuela Arcuri intollerante al lattosio © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Un continuo gonfiore addominale dopo i pasti: è questo il sintomo che ha spinto Manuela Arcuri, alcuni anni fa, a sottoporsi ad esami per ricercare eventuali intolleranze. Così l’attrice ha scoperto di essere intollerante al lattosio, lo zucchero contenuto nel latte e in gran parte dei suoi derivati. «Di eliminare totalmente latte e formaggi, però, non ne volevo sapere, non solo perché mi piacciono molto, ma anche perché non volevo proprio rinunciare alle loro proprietà benefiche, a cominciare dall’apporto di calcio che forniscono» ha dichiarato l’artista in una recente intervista a Ok salute e benessere.

La sua è una forma di intolleranza lieve, ma per evitare i fastidiosi sintomi ha optato, almeno in parte, per alcune soluzioni alternative  come gli alimenti che non contengono lattosio e i tanti tipi di latte vegetali come quello di soia, di riso e di avena, che consuma durante la prima colazione uniti a un goccio di caffè.

«Quando mi prende il desiderio di una pizza o di una mozzarella, che dalle mie parti sono davvero ottime, prima del pasto assumo degli integratori di lattasi, vale a dire l’enzima mancante o parzialmente funzionante che aiuta a digerire il lattosio, che si comprano in farmacia» ha spiegato. Disponibili da qualche anno, questi integratori presi circa venti minuti prima di consumare cibi contenti lattosio, evitano o riducono di molto la comparsa dei sintomi. Non curano l’intolleranza, ma possono aiutare a mantenere un’alimentazione bilanciata, senza rinunciare a un’intera categoria alimentare, o per lo meno essere utili per esempio quando si mangia fuori ed è più difficile controllare la presenza di lattosio nei piatti.

«Fortunatamente la mia intolleranza è abbastanza lieve, e l’unica conseguenza è sempre e solo quel gonfiore addominale, che si presenta però quasi più come una conseguenza estetica che non salutistica. E me ne guardo bene dal trasformarla in un problema» ha concluso la Arcuri.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ok salute e benessere

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti