Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

L'importanza dei nutrienti per la salute

di
Pubblicato il: 16-01-2018

Quello che mangiamo influenza le nostre performance cognitive e verbali e a farlo non sono solo i nutrienti che introduciamo con la dieta, ma anche quello che si assume già nella pancia della mamma.


L'importanza dei nutrienti per la salute © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Le capacità cognitive e verbali non dipendono solo dalle abilità di ognuno, ma anche dalla qualità e quantità dei nutrienti che si assumono.

Si potrebbe così riassumere il senso di due studi recenti pubblicati rispettivamente su Faseb Journal e Scientific Report: i due studi, infatti, sono andati ad analizzare l’importanza di una corretta assunzione di colina per la cognitività della prole durante gli ultimi tre mesi della gestazione e il ruolo degli omega-3 contenuti nel pesce migliorano la cognitività dei ragazzi che vanno a scuola, anche perché ne favoriscono un miglior riposo notturno.

La colina è un componente delle mebrane cellulari e si ritrova anche nelle cellule neuronali ovvero del cervello, per questo le linee guida ne raccomandano in gravidanza, un’assunzione pari a 450 mg al giorno: lo studio statunitense è andato a vedere cosa succede sulle capacità cognitive dei nascituri se si triplica l’assunzione di colina.

Per farlo hanno reclutato alcune donne al terzo trimestre di gravidanza e le hanno suddivise in due gruppi, dopo essersi accertati che seguissero, in ogni caso, una dieta adeguata per le necessità della gestazione: a quelle del gruppo 1 hanno somministrato un supplemento di colina pari a quello attualmente raccomandato, alle altre una dose doppia pari cioè a 930 mgdie.

Tutti i nati, successivamente, sono stati sottoposti a 4,7, 10 e 13 mesi di vita a test volti a valutarne il quoziente intellettivo (QI): i bambini nati dalle madri del gruppo 2 hanno evidenziato un QI superiore a quelli nati da madri del gruppo 1.

A questo punto è bene ricordare che la colina è particolarmente abbondante nel rosso d’uovo, nei legumi, nel fegato e nei cavoli.

L’altro studio, invece,  evidenzia come un consumo regolare di pesce in età scolare, in virtù dell’elevato contenuto in omega-3 favorisce lo sviluppo cognitivo poiché va a migliorare l’attività cerebrale durante le ore di riposo notturno.

Dormire bene, in maniera continuativa e per un congruo numero di ore per notte, infatti, è di fondamentale importanza  per fissare e memorizzare le informazioni acquisite durante la giornata, riorganizzare le attività cerebrali e favorire la plasticità neuronale, in vista della giornata successiva.

Ecco perché in età scolare il consumo di pesce dovrebbe essere regolare, di almeno due volte a settimana.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Faseb Journal et Scientific Report

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti