Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tutti gli usi di questo estratto

Lavanda, il fiore della pelle sensibile

di
Pubblicato il: 20-02-2018

Rivitalizza la pelle stanca, calma quella arrossata, coccola quella sensibile. Vero prodigio anche sui capelli, dà il meglio di sé come rimedio antistress, nella vasca da bagno o sotto la doccia.


Lavanda, il fiore della pelle sensibile © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - In Europa tantissime donne soffrono di pelle sensibile che spesso presenta prurito, irritazioni e arrossamenti. Molte hanno anche il bisogno di trattare capelli secchi, fragilizzati, che richiedono una duplice attenzione. L’estratto vegetale che meglio risponde a queste esigenze è quello di lavanda. Da sempre conosciuta per le proprietà rilassanti, la lavanda era usata già dagli antichi romani che erano soliti mettere dei mazzettini nelle acque termali per un trattamento lenitivo e calmante della pelle, ma anche per infondere relax e serenità al momento del bagno.  

Vero tranquillizzante naturale, la lavanda stimola la ghiandola pineale (che si trova al centro della scatola cranica), sede della secrezione di melatonina, l’ormone del riposo. Si può frizionare l’olio essenziale sulle tempie per un effetto antistress oppure si aggiunge qualche goccia in un flacone spray di acqua da nebulizzare in camera da letto o sul cuscino, prima di coricarsi. Oppure si fa un delicato massaggio al cuoio capelluto che, oltre ad alleviare la tensione, stimola i follicoli piliferi favorendo la circolazione sanguigna.

Apprezzabile anche la sua capacità rigenerante, talento che in cosmetica viene sfruttato non solo per il trattamento di scottature e infiammazioni, ma anche in un’ottica antietà, spesso in associazione all’estratto di rosa. L’estratto è contenuto in creme e maschere lenitive e idratanti, balsami e maschere per capelli fragilizzati, mentre l'acqua aromatica lenisce il prurito dovuto a punture di insetti, rinfresca e si può usare come tonico per il viso (perfetto per chi ha la pelle grassa e acneica).  

Un altro ambito di grande utilizzo è quello della detersione delicata, dedicata alle pelli sensibili: non a caso il nome deriva dal latino lavandula, che a sua volta ha origine dal verbo lavare. Bagnodoccia e gel detergenti alla lavanda sono un toccasana per la pelle fragile, inoltre trasformano il bagno o la doccia in un momento di distensione e rilassamento.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
redazione

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti