Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gli effetti dello stress su chi ci circonda

Lo stress è contagioso

di
Pubblicato il: 27-02-2018

Lo stress è contagioso © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Secondo un recente studio di un gruppo di ricercatori della canadese University of Calgary, coordinati da Jaideep Bains, lo stress sarebbe contagioso: può, cioè, trasmettersi da chi ne soffre al cervello di altre persone con cui questi entri in relazione.

Per giungere a questa conclusione la ricerca, pubblicata su Nature Neuroscience, ha effettuato alcuni esperimenti su coppie di topi di laboratorio (sia maschi che femmine): dopo aver allontanato dalla gabbia uno dei membri della coppia ed averlo sottoposto a un moderato stress, questi è stato riportato nuovamente vicino al partner. E’ in tal modo emerso che lo stress, sperimentato sulla propria pelle o contagiato, aumenta i livelli di cortiocosterone, ossia una sostanza coinvolta proprio nelle risposte da stress. Oltre a ciò, i ricercatori hanno osservato che i neuroni che controllano la risposta del cervello allo stress mostrano cambiamenti nei partner non stressati identici a quelli che si evidenziano negli animali sottoposti a stress.

Affinché questa risposta fisiologica, ossia la trasmissione dello stress, si compia è necessario che esista un mediatore del contagio: gli scienziati lo hanno individuato in un feromone, un segnale chimico rilasciato nella zona anogenitale dei roditori e captato dal partner quando questi tornano nella gabbia. La semplice esposizione a queste secrezioni sarebbe dunque sufficiente a modificare il cervello dei topi contagiati; modifica che, curiosamente, sembra essere reversibile, attenutata dal partner, solo negli esemplari di sesso femminile.

Etologicamente parlando la trasmissione dello stress è spiegabile: tale meccanismo favorisce infatti le coalizioni, prepara i consimili alle mosse da compiere senza esporli direttamente al pericolo che ha generato stress; in tal modo anche il partner allertato può a sua volta informare un altro membro del gruppo e così via.

Allo stesso modo dei roditori anche gli esseri umani sono animali sociali, dunque capaci di trasmettere sensazioni di stress o disagio; pertanto quanto osservato nello studio potrebbe, per analogia, offrire una spiegazione al perché anche individui che non hanno sperimentato un trauma in prima persona sviluppano sintomi associati al trauma per semplice vicinanza a persone che lo hanno vissuto in prima persona.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Nature Neuroscience

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.33 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti