Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rimedi dolci

Come riequilibrare gli ormoni in modo naturale

di
Pubblicato il: 06-03-2018

Riportare alla normalità il ciclo e ritornare a vivere serenamente tutte le fasi della vita


Come riequilibrare gli ormoni in modo naturale © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Gli squilibri ormonali, soprattutto nella donna, possono portare a soffrire di disturbi di diverso tipo.

Se, infatti, esistono periodi della vita, come la pubertà, la gravidanza e la menopausa, nei quali risulta normale avere un certo sconvolgimento ormonale, durante il resto della vita sarebbe opportuno tenere sotto controllo il funzionamento del proprio organismo.

Uno squilibrio ormonale, infatti, può determinare la presenza di diversi sintomi: dalla mancanza del ciclo, alla sua irregolarità, dalla presenza di un’acuta sindrome premestruale sino ai problemi più grandi, come accade nel caso dell’ovaio policistico.

Per questo si potrebbero mettere in campo alcuni rimedi naturali grazie ai quali poter riequilibrare i propri ormoni.

Innanzitutto, alle donne che soffrano di questi problemi si consiglia sempre di accertarne la causa: infatti, il medico potrà aiutarle a ripristinare una certa normalità.

Tuttavia, ciò non toglie che sia possibile aiutare ulteriormente l’organismo con alcuni accorgimenti.

Il primo sarebbe quello di assumere degli integratori di zinco e di Omega 3: infatti, pur mangiando in modo vario spesso sarà difficile avere una grande disponibilità di questi due elementi.

Una buona abitudine che le donne dovrebbero avere sarebbe anche quella della pratica dello yoga: questa disciplina millenaria, infatti, consente sia di ridurre i livelli di stress sia di riequilibrare tutto l’organismo.

Lo stress aumenta i livelli di cortisolo che inibiscono la corretta produzione degli estrogeni e che, allo stesso tempo, determinano gli sbalzi d’umore tipici del periodo premestruale e precedente alla menopausa.

Per regolare il ciclo, poi, sarà possibile assumere l’agnocasto, una pianta indicata soprattutto nel caso in cui il ciclo sia scarso, assente oppure quando si abbiano forti dolori mestruali.

Questa pianta andrà assunta sempre sotto controllo del medico in quanto può avere diversi effetti collaterali.

Anche le foglie di lampone possono essere utilizzate per aiutare le donne che soffrano di dismenorrea, cicli irregolari e anche nel caso di cisti presenti a livello dell’ovaio.

Anche l’agopuntura viene spesso raccomandata a tutte le donne che soffrano di squilibri ormonali e, in molti casi, anche a coloro che abbiano riportato casi di infertilità. I trattamenti saranno differenziati a seconda della persona e della sua storia clinica, e potrebbero giovare a tutte coloro che non abbiano la possibilità di prendere ormoni.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: