Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le ultime tendenze dal più grande congresso mondiale

Rifarsi il naso, oggi si fa così

di
Pubblicato il: 16-03-2018

Rifarsi il naso, oggi si fa così © Thinkstockphotos

Sanihelp.it - Più precisa, più accurata, meno impegnativa per il paziente. La rinoplastica, l’intervento di rinodellamento del naso, è molto cambiata negli ultimi anni, con risultati letteralmente impensabili fino a poco fa. È quanto emerge dal Sixth Bergamo Open Rhinoplasty Course (Bergamo, 14-17 marzo 2018), che con oltre 550 partecipanti è il più grande congresso al mondo dedicato a questo argomento.

«Oggi in sala operatoria si utilizzano strumenti robotizzati e miniaturizzati, e procedure innovative come la chirurgia ultrasonica – spiega Enrico Robotti, presidente del congresso e president-elect della Società europea di rinoplastica RSE -. Tutto questo permette di ridurre, all’insegna di una grandissima precisione, ecchimosi, gonfiori e fastidi, rendendo il post-operatorio molto meno impegnativo per il paziente».

Ma ad essere diverso non è solo l’intervento. Nell’approccio più moderno, infatti, si effettuano esami preliminari estremamente approfonditi, come la TAC, che permettono di andare sul sicuro, preservando gli elementi anatomici che non è necessario modificare e agendo nel modo più efficace per ripristinare, quando occorre, la piena funzionalità. Ancora, grazie a simulazioni molto efficaci già prima dell’intervento è possibile mostrare i risultati che si otterranno.

Per lei e per lui, non è lo stesso naso

A lei e lui non sta bene lo stesso naso. «Negli uomini – dice ancora Robotti – il dorso deve essere più pronunciato, mentre nelle donne è meglio leggermente più scavato e più sottile. Sono differenze di cui è importante tener conto, per ottenere quel risultato completamente naturale che è l’obiettivo di ogni intervento di chirurgia plastica eseguito a regola d’arte».

Al congresso di Bergamo - che vede la partecipazione dei più grandi esperti del mondo, come gli statunitensi Richard Davis, Daniel Rollin, Rod Rohrich e Dean Toriumi – la naturalezza è anche declinata in relazione alle diverse etnie. «Il naso corretto deve essere in armonia con gli altri elementi del volto e completamente coerente – dice ancora Robotti -. Per questo il naso corretto di un europeo, un asiatico e una persona di colore può essere potenzialmente molto diverso. L’importante è che stia bene in quel viso, che non sembri operato e, ovviamente, che funzioni alla perfezione».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Sixth Bergamo Open Rhinoplasty Course

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: