Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Fegato, crescono le malattie legate a obesità e ipertensione

di
Pubblicato il: 19-05-2005
Sanihelp.it - L’alcol è sicuramente il peggior nemico del fegato, ma non è l’unico: la steatosi epatica non alcolica, la cosiddetta malattia del fegato grasso, si sta diffondendo sempre di più.

Un gruppo di ricercatori dell'Università di Reggio Calabria ha condotto uno studio, in collaborazione con l'Istituto Superiore di Sanità, reclutando 1645 cittadini sopra i 12 anni residenti a Cittanova, ed esaminandone i valori epatici, lo sviluppo di antigeni per l'epatite B e C e l'abitudine a consumare bevande alcoliche, senza trascurare, di ciascuno, l'analisi dei dati socioeconomici, la storia medica e l'indice di massa corporea.

Risultato: oltre il 12% del campione ha mostrato qualche anomalia del fegato, in aumento col crescere dell'età, dovuta principalmente a infezioni croniche di HCV (di cui soffre il 6,5% della popolazione presa in esame).
Il 46% delle alterazioni epatiche sono state attribuite dagli studiosi all'eccessivo consumo di alcol, mentre una combinazione di alcol ed epatite è risultata responsabile del 9% dei casi.

Il rimanente 24%, invece, è stato attribuito alla NAFLD, una patologia associata all'obesità (non a caso il 17% della popolazione di Cittanova ha un indice di massa corporea sopra i 30), all'insulino-resistenza e all'iperglicemia, al colesterolo alto e, in alcuni casi, a un effetto dato dagli stessi farmaci antidiabetici, antiipertensivi e da quelli usati per abbassare la quantità di lipidi nel sangue.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Superiore SanitÓ

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti