Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tumori: prevenzione e terapie

È nato l'Atlante del cancro, per ottenere cure più precise

di
Pubblicato il: 10-04-2018

È pronto, dopo 10 anni di ricerche, l'Atlante genetico dei tumori: raccoglie l'identikit di 10.000 anomalie genetiche che rappresentano 33 tipi di cancro


È nato l'Atlante del cancro, per ottenere cure più precise © iStock

Sanihelp.it - Una grande impresa dei ricercatori americani finanziati dai National Institutes of Health, che  hanno completato un'analisi genomica dettagliata su una serie di informazioni molecolari e cliniche provenienti da oltre 10.000 tumori che rappresentano 33 tipi di cancro. Così è stato messo a punto il primo Atlante del cancro con l’obiettivo di studiare i tumori dal punto di vista molecolare per aprire la strada a nuovi trattamenti.

Il PanCancer Atlas, i cui risultati sono raccolti in 29 articoli scientifici, è la più completa mappa del cancro creata fino ad oggi. 

L'atlante è suddiviso in tre categorie principali, ognuna dotata di un documento riassuntivo che sintetizza i risultati principali ottenuti. I principali argomenti includono la cellula di origine, i processi oncogeni e le vie oncogeniche.

La prima importante conclusione dello studio è che i tumori che originano da diversi organi possono condividere aspetti comuni a livello molecolare, mentre i tumori che nascono nello stesso tessuto o organo possono avere profili genomici diversi.
 

I risultati suggeriscono che i tipi di tumore si raggruppano in base alle loro possibili cellule di origine, il che fa capire come il tessuto d'origine influenza le caratteristiche del cancro, cosa che potrebbe portare a trattamenti più specifici. Inoltre, i dati sull'interazione tra tumore e cellule immunitarie potranno aiutare lo sviluppo di nuovi trattamenti immunoterapici per una vasta gamma di tumori.

Soddisfatto il genetista Giuseppe Novelli, rettore dell'università Tor Vergata di Roma, secondo il quale, grazie a questo Atlante,  «abbiamo la carta d'identità dei tumori e possiamo offrire ai pazienti trattamenti personalizzati. I ricercatori sono riusciti a identificare sia le mutazioni driver, quelle che conducono la macchina del cancro, che quelle passenger, che danno una mano al cancro nel suo progredire. Questo ci mette nelle condizioni di conoscere le strade percorse dal cancro e ci consente di mettere dei blocchi in più punti per fermare il suo cammino».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Adnkronos Doctor's life

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: