Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Cambio di stagione: un malessere comune

di
Pubblicato il: 24-04-2018

Il cambio di stagione tende a indurre stanchezza, spossatezza e ansia tutti sintomi che possono essere contrastati anche puntando su una corretta alimentazione

Cambio di stagione: un malessere comune © iStock

Sanihelp.it - L’indagine Cambio di stagione e colazione realizzata dall’Osservatorio Doxa-AIDEPI »Io comincio bene» su un campione nazionale rappresentativo della popolazione italiana di 1000 persone, ha cercato di capire quali disagi e come reagiscono gli italiani al cambio di stagione. Ne è emerso che all’86% il cambio di stagione pesa e parecchio e a soffrirne sono soprattutto le donne di età compresa fra i 35 e i 54 anni.

Indipendentemente dal sesso e dall’età chi risente del cambio di stagione tende a lamentare soprattutto stanchezza e spossatezza, i più giovani ovvero gli interpellati con meno di 24 anni hanno lamentato soprattutto irritabilità e malumore e le donne hanno confessato di farsi spesso cogliere dall’ansia.

Nonostante questa sintomatologia gli italiani si dicono convinti che per superarla,  sia indispensabile godere di tanto tempo all’aria aperta e fare ordine nelle proprie abitudini alimentari e nello specifico, fare una buona prima colazione, per affrontare al meglio la giornata.

Questa sensazione degli intervistati è suffragata in pieno dalle parole di  Michelangelo Giampietro, nutrizionista e medico dello sport  che commenta: «L’ingresso dell’ora legale o i bruschi cambi di temperatura, rappresentano uno shock per il nostro organismo, che deve adattarsi e trovare antidoti per affrontare questi momenti. Per recuperare è importante riposare e alimentarsi correttamente, prestando attenzione alla ripartizione dei pasti nel corso della giornata ed evitando periodi troppo lunghi di digiuno. Per questo al mattino non dobbiamo trascurate la prima colazione: è necessario avere il carburante giusto per affrontare la giornata. Un buon modello prevede alimenti solidi ricchi di carboidrati (semplici e complessi), latte o yogurt (o altre bevande, come tè, infusi o centrifughe) e frutta di stagione. Anche stare all’aperto aiuta un buono stato di salute: il nostro organismo »attiva» la vitamina D attraverso l’esposizione alla luce solare, ma attenzione ad evitare condizioni estreme, come temperature troppo calde o fredde».

Gli italiani mostrano in questo sondaggio di avere le idee molto chiare in questo senso per questo cercano di idratarsi di più e mangiare anche almeno un frutto al mattino, poiché proprio la frutta di stagione è molto abbondante.

Certo non manca chi, al posto di reagire a malumore e ansia, si lascia andare diventando ancor più confusionario e disordinato nel regime alimentare, per fortuna, però, si tratta solo di una minoranza!



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Osservatorio Doxa-Aidepi

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Video del Giorno:

Promozioni:

Commenti