Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Settimana mondiale della tiroide

Tiroide e sale iodato: una favola li spiega ai bambini

di
Pubblicato il: 22-05-2018

Poco sale... ma iodato! Questa l'indicazione del Ministero della salute e l'obiettivo delle campagne per sensibilizzare le famiglie a scegliere il sale iodato in sostituzione di quello comune.

Tiroide e sale iodato: una favola li spiega ai bambini © Redazione

Sanihelp.it - In vista della Settimana mondiale della Tiroide 2018 (20-27 maggio), Cis (Compagnia Italiana Sali), attraverso il suo brand Gemma di Mare, ha realizzato una favola dedicata alle avventure di Sale e Iodio e il terribile Gozzo, con l’obiettivo di sensibilizzare le famiglie con bambini sull’importanza del consumo di sale iodato

Un modo ludico per veicolare un concetto importante e condiviso da tutte le autorità del settore della salute, dall’OMS al Ministero. Infatti è necessario che le persone – a qualsiasi età e con diversi stili di vita – conoscano le differenze tra i tipi di sale presenti sul mercato e imparino a scegliere quelli migliori per la salute e il benessere di se stessi e della propria famiglia.

Il sale iodato, per esempio, è ideale da portare sulla tavola tutti i giorni, in sostituzione del comune sale alimentare fino e grosso (non cambia né colore né sapore rispetto al sale comune) e nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata, oltre che in tutti i casi nei quali occorra integrare regimi alimentari carenti di iodio, per esempio in gravidanza.

Lo iodio è, infatti, un sale minerale indispensabile all’organismo per prevenire una serie di malattie, in primis quelle di natura tiroidea. L’organismo umano, infatti, concentra lo iodio nella tiroide, dove entra nella formulazione di due ormoni, triodiotironina (T3) e tirosina (T4), regolatori di alcune funzioni metaboliche, tra cui lo sviluppo del sistema nervoso centrale e l’accrescimento corporeo.

Proprio perché alimento di base utilizzato da tutti, il sale è stato scelto come miglior vettore per la diffusione dello iodio. Il sale iodato è sale comune al quale sono stati aggiunti 30mg/kg di iodato di potassio, quantità necessaria a coprire il nostro fabbisogno di iodio, non presente a sufficienza in natura. La giusta quantità di iodio che copre il fabbisogno raccomandato si trova in 5 grammi di sale iodato corrispondenti al consumo medio giornaliero consigliato.

Il libretto con la favola sarà distribuito gratuitamente sui punti vendita della grande distribuzione di tutta Italia in occasione della Settimana mondiale della tiroide (20-27 maggio), verrà allegato ad alcune riviste femminili e sarà scaricabile dal sito dell’azienda.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
CIS (Compagnia Italiana Sali)

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
Ti potrebbe interessare: