Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tutti pazzi per orti e giardini: li amano 6 italiani su 10

di
Pubblicato il: 07-06-2018
Tutti pazzi per orti e giardini: li amano 6 italiani su 10 © iStock

Sanihelp.it - Con l’arrivo del caldo 6 italiani su 10 sono tornati all’aperto per la cura di verdure, ortaggi, di piante e fiori in vaso o nella terra, in orti, giardini, balconi e terrazzi. Lo afferma la Coldiretti, secondo cui quella dell’orto e del giardinaggio è una passione che coinvolge un numero crescente di italiani, tanto che sono sempre di più le amministrazioni pubbliche che organizzano spazi attrezzati.

Nei capoluoghi di provincia in 5 anni si è registrata una crescita del 36,4% con il record di oltre 1,9 milioni di metri quadri di terreno di proprietà comunale, divisi in piccoli appezzamenti e adibiti alla coltivazione familiare, secondo i dati report Ambiente urbano 2017 di Istat. Il popolo degli hobby farmes però non passa all’azione solo su aree pubbliche organizzate, ma si dedica anche al recupero di terre abbandonate lungo le linee ferroviarie, i canali, le zone pedonali, all’interno dei condomini con una vera e propria rinascita fatta di frutta, verdura, ortaggi ma anche di piante, fiori e piante aromatiche, senza dimenticare gli orti nelle scuole dove i bambini imparano dal vino i cicli delle stagioni e la vita della piante.

Si tratta di una passione con una diffusione trasversale tra uomini e donne, fasce di età e territori di residenza anche se dall’analisi emerge una percentuale più alta tra i giovani rispetto agli anziani e tra le donne rispetto agli uomini, con una presenza anche di stranieri. Le motivazioni – spiega un’indagine Coldiretti/Ixè -  vanno dalla passione di lavorare all’aria aperta alla voglia di vedere crescere qualche cosa di proprio, dal gusto di mangiare od offrire a familiari e amici prodotti freschi, genuini e di stagione al desiderio di risparmiare, senza rinunciare alla qualità.

Chi non ha grandi disponibilità di terra può dare lo stesso libero sfogo al proprio amore per la zappa grazie a soluzioni alternative come l’orto portatile da tenere con sé anche in ufficio, quello verticale che si si sviluppa su pareti di panno e tessuto, l’orto ecologico che ricicla materiali di scarto come le bottiglie e i contenitori di plastica oppure quello rialzato a carrello per chi ha maggiori difficoltà a piegarsi. Non mancano gli orti spaziali come quello ideato dall’Enea che, in ambienti chiusi come aeroporti, metropolitane, centri commerciali, ma anche estremi come deserti, aeree polari e lo spazio, simula le condizioni di un campo e permette di far crescere ortaggi come patate, pomodori, lattuga e basilico, e per la prima volta persino alberi come l'ulivo.

Individuare lo spazio giusto e, la stagionalità, conoscere la terra di cui si dispone, scegliere attentamente semi e piantine a seconda del ciclo e garantire la disponibilità di acqua sono alcune delle regole da seguire per ottenere buoni risultati. Un successo che ha importanti effetti sul mercato e sull’occupazione, infatti le vendite di macchine per il giardinaggio nel 2017 hanno registrato un incremento delle vendite del 7,3% per i trattorini e addirittura del 18,5% per i rasaerba robotizzati, per non parlare delle serre e dei vivai, dove gli italiani vanno a rifornirsi di piante e fiori grazie a un settore che in Italia vale oltre 2,5 miliardi di euro e conta 100mila addetti in 27mila aziende impegnate nella coltivazione di oltre 2.000 specie vegetali.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
Ti potrebbe interessare: