Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sole e caldo: come avere gambe snelle e leggere

di
Pubblicato il: 02-07-2018

Sole e caldo: come avere gambe snelle e leggere © iStock

Sanihelp.it - Protagoniste indiscusse dell’estate, le gambe sono messe a dura prova dal caldo: gonfiore, indolenzimento, formicolii, pesantezza. A esserne colpite sono soprattutto le donne. A soffrirne sono 30 su 100, ma anche circa il 15% degli uomini. Il rischio aumenta con l’età ma i sintomi possono manifestarsi anche tra i giovani, soprattutto se vi è una debolezza congenita dei vasi degli arti inferiori. Assosalute, Associazione nazionale farmaci di automedicazione, consiglia 10 mosse per gambe leggere e in salute d'estate.

Mantenersi attivi. Quando si è seduti, è utile alzare alternativamente tacco e punta del piede. Durante il periodo estivo, se vi trovate al mare, muovetevi tra le onde con le gambe immerse almeno fino al ginocchio.

Tenere le gambe sollevate. Utile l’utilizzo di una piccola pedana ergonomica, sotto la scrivania. Dormite con le gambe leggermente sollevate, posizionando un cuscino sotto il materasso o inserendo un rialzo sotto il letto, in modo da riposare su un piano inclinato.

Restare idratati e ridurre il sale. Il consiglio è di bere almeno un litro e mezzo o due di acqua al giorno. 

Abbigliamento corretto. Sconsigliato l’utilizzo di tacchi alti o zeppe, gli abiti aderenti e stretti. Sì a indumenti morbidi e traspiranti.

Evitare di fumare. Il fumo danneggia i vasi sanguigni rendendo difficile la circolazione.

Alimentazione. Tra gli alleati della circolazione sanguigna troviamo gli alimenti ricchi di vitamine C ed E come gli agrumi, le fragole, i frutti di bosco, l’anguria e il tuorlo d’uovo. Anche pomodori, spinaci e peperoni sono ottimi, come infusi di zenzero, rosmarino e mirtillo.

Attenzione al peso. Il grasso in eccesso crea cellule adipose più grosse che rendono difficoltosa la circolazione del sangue.

Massaggi drenanti. Rivolgetevi a professionisti: se il massaggio è fatto bene alla fine si avvertirà il bisogno di andare in bagno. Anche gli automassaggi possono essere utili: i movimenti delle mani devono essere circolari dal basso verso l’alto.

Accessori a compressione graduata. Esercitano una pressione decrescente dal basso verso l’alto che aiutano il corretto flusso sanguigno, favorendo la circolazione venosa.

Farmaci di automedicazione. Sotto forma di creme o gel, oppure di granulati solubili o compresse da prendere per bocca, offrono sostanze capillaroprotettrici come diosmina, flavonoidi (oxerutina, troxerutina, mirtillina), composti tripterpenici (escina, ippocastano, centella) che aiutano a ridurre il gonfiore.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Assosalute Associazione nazionale farmaci di automedicazione

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: