Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cure dolci

EMDR, la terapia alternativa per eliminare i traumi

di
Pubblicato il: 17-07-2018

Come agire su ansie e fobie con un sistema che mette insieme ipnosi e tecniche di meditazione


EMDR, la terapia alternativa per eliminare i traumi © iStock

Sanihelp.it - Una terapia che può essere utile in tantissimi casi. Si tratta dell’EMDR, acronimo che significa Eye Movement Desensitization and Reprocessing, letteralmente Desensibilizzazione e Riprogrammazione tramite il Movimento degli Occhi.

Anche se l’EMDR è stata messa a punto già negli anni Ottanta, solamente negli ultimi anni essa sta vedendo diverse forme di applicazione, soprattutto per andare ad eliminare traumi e ricordi spiacevoli, che spesso possono avere anche un’influenza particolare sul corpo e sulle sue reazioni.

Che cos’è la terapia EMDR?

In concreto, la terapia EMDR vede l’utilizzo di diverse tecniche, che mettono insieme principi dell’ipnosi, della meditazione e anche della terapia cognitivo comportamentale.

Il terapeuta cercherà di focalizzare l’attenzione del paziente su alcuni ricordi traumatici, invitandolo, allo stesso tempo, a compiere una serie di movimenti che coinvolgeranno, in modo rapido, gli occhi.

In questo modo si cercherà di desensibilizzare la persona, eliminando alcune associazioni negative che la sua mente potrà aver fatto nel tempo.

Come si svolge una seduta di EMDR

All’inizio di una seduta di EMDR il paziente verrà invitato a seguire le dita del terapeuta, in modo da trovarsi in uno stato di consapevolezza e simile a quello della meditazione e dell’ipnosi.

Successivamente, gli verrà richiesto di riportare alla mente l’esperienza traumatica, continuando con gli esercizi, e alla fine si cercherà di associare all’esperienza delle sensazioni non più negative, ma positive e rassicuranti.

A che cosa può servire l’EMDR?

Le applicazioni di questa terapia sono molteplici. Essa, infatti, è adatta per diversi tipi di fobie, di sindromi ansiose, e anche per coloro che abbiano subito traumi molto rilevanti, come le vittime di abusi, di incendi, e anche i veterani.

Essa, infine, è molto usata anche per coloro che debbano seguire un percorso di riabilitazione dopo l’abuso di sostanze.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
emdria

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: