Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Particolari della pratica

Lo yoga non esiste senza il respiro

di
Pubblicato il: 14-08-2018

Perché respirare in ogni posizione è davvero importante, ed è necessario farlo nel modo giusto


Lo yoga non esiste senza il respiro © iStock

Sanihelp.it - Lo yoga non esiste senza il respiro.

Molti possono pensare allo yoga come ad una semplice ginnastica dolce, una pratica che si può adattare a tutti e che non prevede un impegno particolare.

Ovviamente, queste indicazioni non corrispondono a verità, poiché una buona lezione di yoga sarà anche impegnativa, dal punto di vista fisico e anche mentale.

Tuttavia, bisogna sottolineare anche come lo yoga non possa davvero esistere senza la respirazione, che dovrà seguire quelle che saranno le indicazioni dell’insegnante.

Il respiro durante una pratica di yoga dovrà avvenire quasi esclusivamente mediante il naso, in modo da poter riscaldare il corpo e da poter essere controllato al massimo.

Allo stesso modo, ad ogni posizione corrisponderà una serie di respiri e per ogni movimento questi dovranno essere adattati.

Ad esempio, nel momento in cui ci si allungherà si dovrà inspirare, mentre richiudendosi si dovrà espirare.

Solo seguendo queste indicazioni si avrà la sicurezza di aver praticato yoga, e non una semplice sessione di stretching.

Si inizieranno a sentire i benefici della pratica in modo sempre più profondo: la mente sarà più chiara, il corpo più disteso e, pian piano, si ridurrà l’ansia.

Tutto questo grazie alla semplice respirazione, cosciente, controllata e tranquilla.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: