Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'obesità nei ragazzi aumenta il rischio di cirrosi e tumori

di
Pubblicato il: 20-08-2018

L'obesità nei ragazzi aumenta il rischio di cirrosi e tumori © iStock

Sanihelp.it - Sta destando scalpore nella comunità scientifica uno studio pubblicato sulla rivista Gut che dimostra come l’obesità nell’adolescente rappresenti un fattore di rischio per cirrosi epatica e tumore del fegato. Lo studio è stato condotto su 1,2 milioni di giovani maschi svedesi dell’età compresa tra 17 e 19 anni.

A conferma di come l’epidemiologia dell’obesità sia cambiata in Europa negli ultimi 20 anni, lo studio svedese ha confermato che il BMI medio dei ragazzi nati nel 1976 era significativamente aumentato rispetto al BMI medio dei ragazzi nati nel 1951. La percentuale di ragazzi in sovrappeso era aumentato del 210% e del 350% era aumentata la percentuale di ragazzi obesi. Lo studio parla di 19.671 ragazzi obesi di cui 138 sviluppano cirrosi e 10 epatocarcinoma e 20 sviluppano cirrosi se oltre all’obesità c’è anche il diabete.

Lo studio ha previsto un follow-up medio di 28,5 anni. Durante questa lunga osservazione temporale, si è visto che 5.281 persone avevano sviluppano malattie epatiche e di questi 251 avevano sviluppato epatocarcinoma. Riscontrata associazione tra sviluppo di malattia epatica severa e presenza di sovrappeso e obesità. Lo sviluppo di diabete aumentava ulteriormente il rischio di malattia epatica severa in tutte le categorie. Il rischio di malattia epatica aumentava se presenti sia obesità che diabete rispetto agli obesi, ma non diabetici. Quindi il messaggio finale è che l’obesità negli adolescenti si associa al rischio di sviluppare nell’età adulta malattia del fegato e tumore epatico, rischio aumentato se si sviluppa anche il diabete.

Gli stessi autori svedesi avevano dimostrato con uno studio precedente, sempre sugli adolescenti maschi, ben 45 mila casi con 40 anni di follow-up, che l’essere in sovrappeso rappresentava un fattore di rischio per lo sviluppo di malattie epatiche indipendentemente dalla presenza di fattori di rischio come l’assunzione di alcol. L’obesità è anche riconosciuta come fattore di rischio per il tumore del seno in donne in epoca pre-menopausale, tumore dell’endometrio e tumore del rene, colon, pancreas, colecisti e adenocarcinoma dell’esofago. Anche l’associazione tra diabete e malattie epatiche, in particolare la NAFLD e l’epatocarcinoma, è ormai ampiamente riportata da diversi studi. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Sige

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: