Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Attualità

Niki Lauda risvegliato dal coma indotto

di
Pubblicato il: 07-08-2018

Migliorano le condizioni del campione di automobilismo, sottoposto a un trapianto a causa delle complicanze di una malattia polmonare.


Niki Lauda risvegliato dal coma indotto © Rete

Sanihelp.it - Lo scorso 2 agosto Niki Lauda, attuale presidente onorario della scuderia Mercedes, è stato sottoposto a un trapianto di polmone. A renderlo noto è stata la clinica universitaria Allgemeines Krankenhaus (Akh) di Vienna, dopo l’ex pilota è stato operato e dove si trova tuttora ricoverato, confermando il successo dell’intervento. Secondo alcune indiscrezioni, però,  dopo l’operazioni le condizioni di Lauda sarebbero peggiorate.

Dalla famiglia non ci sono state dichiarazioni, ma a tranquillizzare tutti il 3 agosto sono arrivate le parole del primario di chirurgia toratica dell’Akh, Walter Klepetko, che ha effettuato l’intervento e si è detto fiducioso, parlando alla tv austriaca: « Per il momento tutto procede come previsto. Un paziente giovane può anche essere dimesso dopo due, tre settimane, mentre per uno più anziano la convalescenza è più lunga».

Il tre volte iridato di Formula 1, ricoverato in rianimazione, è stato risvegliato dal coma indotto il 4 agosto, respira autonomamente ed è cosciente. «Prima dell'intervento le condizioni del signor Lauda erano estremamente critiche, i polmoni erano fortemente danneggiati e negli ultimi sette giorni era stato tenuto in vita da un pompa cuore-polmoni. Ci vorrà del tempo, resterà ricoverato alcune settimane e siamo ottimisti» ha ribadito il primario.

Per Lauda, 69 anni, non si tratta del primo trapianto in assoluto: nel 1997 si sottopose a un trapianto di rene donatogli dal fratello, e poi nuovamente nel 2005, ma in quell’occasione il rene gli fu donato da quella che poi è diventata la sua seconda moglie. Sembra che i reni si fossero ammalati per qualche strascico dell’incidente automobilismo in cui il pilota restò coinvolto nel 1976. In questo caso, invece, stando alle indiscrezioni del quotidiano viennese Oesterreich, il trapianto polmonare si sarebbe reso necessario dopo le complicanze di un’influenza contratta a Ibiza e i cui sintomi sono stati sottovalutati dallo stesso campione.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: