Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tumori: prevenzione e terapie

Via libera UE a immunoterapia Car-T

di
Pubblicato il: 28-08-2018

La Commissione europea ha dato il via libera all'immunoterapia Car-T per leucemia e linfomi


Via libera UE a immunoterapia Car-T © iStock

Sanihelp.it - La molecola si chiama tisagenlecleucel (Kymriah), autorizzata con due indicazioni: trattamento di pazienti pediatrici e giovani adulti fino ai 25 anni con leucemia linfoblastica acuta (Lla) a cellule B refrattaria, in recidiva post-trapianto o in seconda o successiva recidiva; trattamento di pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B (Dlbcl) recidivante o refrattario, dopo due o più linee di terapia sistemica.

«Tisagenlecleucel è un trattamento rivoluzionario che utilizza i linfociti T del paziente per combattere il cancro», spiega Novartis.

Secondo gli esperti, il farmaco costituisce una terapia salvavita per i giovani pazienti con Lla che non hanno ricevuto benefici dalle terapie esistenti e per i quali sono rimaste poche opzioni terapeutiche.

La Lla a cellule B e il Dlbcl sono neoplasie aggressive,  ricorda Novartis , inoltre in Europa la Lla rappresenta l'80% circa dei casi di leucemia tra i bambini, e per i pazienti che vanno incontro a recidiva dopo il trattamento standard la prognosi è scarsa. Il Dlbcl, il sottotipo di linfoma non Hodgkin più diffuso, rappresenta fino al 40% di tutti i casi a livello globale, e anche in questo caso per chi non risponde alla terapia iniziale o va incontro a recidiva rimangono ben poche opzioni di trattamento.

Tisagenlecleucel si somministra per infusione e viene prodotto individualmente per ciascun paziente, riprogrammando le cellule del suo stesso sistema immunitario

Il farmaco ha inoltre ricevuto la designazione di medicinale orfano ed è una delle prime terapie a ricevere l'approvazione comunitaria nell'ambito del programma Prime (Priority Medicines), dell’Agenzia Europea del Farmaco (Ema), che ha lo scopo di migliorare il supporto allo sviluppo di farmaci mirati a bisogni medici insoddisfatti e aiutare i pazienti a disporre il più presto possibile di terapie che potrebbero migliorare la loro qualità di vita. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Adnkronos

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: