Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Malattie veneree

Con le app di incontri cresce il rischio sifilide

di
Pubblicato il: 28-08-2018

Le infezioni sessualmente trasmissibili sono in aumento. Dalla Gran Bretagna arriva in particolare un allarme per la sifilide. E per i medici, l'impennata è colpa delle chat di incontri online.


Con le app di incontri cresce il rischio sifilide © iStock

Sanihelp.it - Ormai è sempre più diffuso l’uso di app di incontri, che aiutano a fare nuove conoscenze, stringere legami, molto spesso anche carnali, fugaci o meno che siano: Tinder, Lovoo, Meetic, Grindr solo per citarne alcune tra le più utilizzate. Ma il crescente ricorso a questi strumenti tecnologici potrebbe essere strettamente connesso all’incremento di malattie sessualmente trasmissibili che si registra negli ultimi anni.

L'allarme arriva dalla Gran Bretagna, dove un'indagine della Abertawe Bro Morgannwg University (ABMU), ha riportato, nel Galles, un aumento di cinque volte delle diagnosi di sifilide negli ultimi quattro mesi rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E secondo i medici la ragione dietro la forte crescita potrebbe essere un aumento di persone che usano app di appuntamenti online come Tinder per incontrarsi, cancellando successivamente i profili dei loro partner.

Secondo il report, infatti,  da aprile a settembre ci sono stati 56 casi confermati di infezione nel Sud del Galles, con 16 casi solo nelle ultime due settimane. Nello stesso periodo dello scorso anno i casi erano stati 11. Il Consiglio Sanitario locale sta esortando le persone a contattare la clinica di salute sessuale se hanno avuto rapporti sessuali non protetti negli ultimi mesi. Ma riporta il personale sanitario, «abbiamo scoperto che alcuni pazienti diagnosticati trovano molto più difficile contattare i partner sessuali precedenti in quanto li hanno incontrati attraverso un'app di incontri. E in alcuni casi, potrebbero aver cancellato il loro profilo. Di conseguenza, molte persone potrebbero non sapere di avere l'infezione».

Un rischio che non ècircoscritto alla Gran Bretagna: nel nostro Paese, come segnalato a ottobre dall'Associazione Dermatologi Ospedalieri (Adoi), in 17 anni si è registrato il 400% in più di casi di sifilide.  E anche da noi, la crescente popolarità di siti per incontri potrebbero avere un peso, senza dimenticare tutte le altre malattie trasmissibili: anche la gonorrea, per esempio, ha visto quasi raddoppiare i casi in Europa tra il 2008 al 2013.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:

Video del Giorno: