Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La parola all'esperta

Pelle che prude? Il rituale beauty antigrattamento

di
Pubblicato il: 11-09-2018

Docce fresche, massaggi, detergenti delicati e creme emollienti sono la risposta al prurito, un problema che rende la pelle fragile e arrossata. E fuori casa ci sono i nuovi stick antigrattamento.


Pelle che prude? Il rituale beauty antigrattamento © iStock

Sanihelp.it - Il prurito è una condizione non solo fastidiosa, ma anche antiestetica. Arrossa la pelle, la irrita, la disidrata, impoverendola del suo mantello protettivo. Già di per sé fragile, la cute soggetta a grattamento continuo diventa ancora più vulnerabile nei confronti delle aggressioni esterne e facile preda di infiammazioni e infezioni. Il risultato? Un ciclo prurito-grattamento che fa sentire in trappola.

Per trattarla serve una detersione delicata e l’utilizzo di idratanti specifici. Ma prima di tutto è importante capire l’origine del prurito. «Il prurito è uno dei sintomi più comuni in dermatologia: colpisce circa un terzo della popolazione mondiale ed è sintomo di molteplici disturbi - spiega la dottoressa Mariuccia Bucci, dermatologa fondatore di Isplad - Che sia localizzato o diffuso, occasionale o cronico, correlato a una malattia o all'invecchiamento, può avere un impatto importante sulla qualità della vita e sulla bellezza della pelle.

A livello dermatologico, può essere causato da dermatite atopica, eczema da contatto, orticaria,  psoriasi o xerosi, una condizione di particolare secchezza. Il prurito può avere anche cause non strettamente legate a patologie e può essere aggravato da fattori esterni come il calore, l'inquinamento, lo sbalzo di temperatura o dall’utilizzo di detergenti aggressivi».

Come affrontarlo e restituire alla pelle morbidezza e comfort? La soglia del prurito si riduce abbassando la temperatura corporea. È importante quindi non sostare in ambienti chiusi dove l’aria è molto secca e riscaldata. Utile l’applicazione sulla pelle di compresse di cotone raffreddate (ma non umide, perché l’acqua, evaporando, secca la superficie epidermica peggiorando il problema). Anche una doccia fresca è efficace, avendo però l’accortezza di asciugarsi subito, tamponando delicatamente la pelle con un asciugamano.

È bene usare detergenti delicati sia per il viso che per la doccia e lozioni idratanti con proprietà lenitive, per calmare lo stato infiammatorio: aiutano a lenire il fastidio, soprattutto se il prurito è associato a secchezza, e reidratano la cute. Inoltre, soddisfano un bisogno psicologico, sostituendo il rituale del grattamento con quello del massaggio. Utili anche gli spray, specialmente in formato tascabile: rinfrescano e idratano con una sensazione di comfort immediato.

La novità del momento sono gli stick, da tenere in tasca o in borsa. Sono un rimedio SOS utile per fermare il prurito in ogni luogo e momento della giornata, senza dover spalmare la crema. Basta passarlo sull’area e il sollievo è immediato. In più è un rimedio igienico e sempre pronto all’uso.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
redazione

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: