Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nuovi stili

Come lo yoga della risata può aiutare il corpo e la mente

di
Pubblicato il: 11-09-2018

Una tipologia di esercizio che, nella sua estrema semplicità, può avere effetti davvero positivi


Come lo yoga della risata può aiutare il corpo e la mente © iStock

Sanihelp.it - Viene conosciuto come Yoga della Risata, e sembra essere sempre più apprezzato anche in Occidente, molto probabilmente per le potenzialità che ha di curare e di far sentire meglio persone che abbiano un qualche disturbo.

In India, lo yoga della risata viene spesso aggiunto alla fine di una normale classe di yoga, mentre in molti centri occidentali esso viene proposto direttamente come tipo di pratica, realizzata come tale dall’inizio alla fine della lezione.

Esso è stato costituito da Madan Kataria, un medico di Mumbai nel 1995. Da quel momento il movimento legato allo Yoga della Risata si è espanso sempre di più, arrivando alla fondazione di ben 5 mila club, presenti in tutto il mondo, che praticano e propongono questo stile.

Anche se questo tipo di pratica può sembrare quasi senza senso, è stato dimostrato come esso abbia la capacità di aiutare in diversi ambiti.

Innanzitutto, esso è un tipo di esercizio che fa bene al corpo, ossigena, mette in circolo le endorfine e consente di trasmettere a tutte le differenti aree dell’organismo una sensazione di benessere e di felicità.

Uno studio che è stato realizzato da uno psichiatra dell’Università di Stanford, William Fry, ha anche dimostrato l’effetto che la risata indotta può avere sul cervello.

Infatti, esso consentirebbe di aumentare la circolazione, di esercitare i muscoli, ma anche di rinvigorire il cervello.

Infatti, esso non percepirebbe affatto la differenza tra una risata genuina e una indotta, e quindi farebbe rilassare il corpo come accade dopo aver riso per molto tempo.

A questo punto ci si potrebbe chiedere come funzioni una sessione di yoga della risata. Essenzialmente, essa comincia con un classico riscaldamento del corpo, il quale, però, viene accompagnato dall’esclamazione di una serie di sillabe, in genere «Ho ho ho, ha ha ha», diverse volte.

Dopo il riscaldamento in genere si iniziano diversi esercizi a coppie e in gruppo. Ad esempio, l’insegnante potrà invitare i partecipanti a guardare negli occhi gli altri e a ridere con loro, praticamente senza motivo.

Dopo pochi minuti si scatenerà l’ilarità e tutti, perdendo un po’ la propria vergogna, riusciranno a rilassarsi e a godere della situazione.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: