Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'esercizio che fa bene alle articolazioni

Shell, l'esercizio Pilates per modellare fianchi e gambe

di
Pubblicato il: 09-10-2018

Non solo serve contro gli inestetismi ma soprattutto ad allenare i muscoli di queste zone. Un esercizio importante non solo per gli inestetismi ma anche per consentire la mobilità delle articolazioni


Shell, l'esercizio Pilates per modellare fianchi e gambe © iStock

Sanihelp.itShell è un esercizio di Pilates pensato per i punti critici del corpo: la zona che va dalle anche alle ginocchia. Facilita nella definizione della silhouette contro gli inestetismi: accumuli adiposi, rilassamento. È la parte che dalle anche attraversa l’esterno delle cosce sino alle ginocchia. Allenare, tuttavia, i muscoli di queste zone è importante non solo per gli inestetismi ma anche per consentire la mobilità delle articolazioni dell’anca, facilitando tutti i movimenti di rotazione e di apertura delle gambe verso l’esterno. Shell significa conchiglia. È un esercizio che mette, in modo particolare, a lavorare gli abduttori, cioè l’esterno coscia, i glutei ma anche gli addominali, che appunto nel Pilates sono sempre attivi.

L’esercizio base prevede di sdraiarsi sul fianco, con il braccio inferiore disteso per terra, appoggiando la testa su di esso. Mentre l’altra mano è sul suolo, posizionata davanti al petto: ciò aiuta nell’equilibrio. Gambe unite e ginocchia piegate, e lasciare che spalle, glutei e talloni siano allineati. In pratica è come se si stesse appoggiate ad un muro ideale. A questo punto, espirando, tenere uniti i piedi e spostare il ginocchio verso il soffitto. Poi, espirando, ritornare alla posizione di partenza. Mentre si esegue l’esercizio, il bacino deve stare fermo, contraendo così gli addominali. Questo esercizio va ripetuto per cinque o dieci ripetizioni, quindi si cambia lato.

Dopo aver memorizzato l’esercizio base, si può variare con la progressione. Ecco cosa fare: la prima parte dell’esercizio rimane invariata. Si cambia invece nella parte di discesa, riavvicinando solo il ginocchio a quello sottostante e sollevando il piede verso il soffitto. Serve a fare la rotazione della gamba verso l’interno dopo quella esterna. Anche in questo caso, è necessario ripetere l’esercizio dalle cinque alle dieci ripetizioni.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: