Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Uomo

I 4 pilastri per la salute sessuale maschile

di
Pubblicato il: 09-10-2018

Riguardano alimentazione, sonno, attività fisica e buone abitudini e li suggerisce un urologo americano, Aaron Spitz, nel suo ultimo libro.


I 4 pilastri per la salute sessuale maschile © iStock

Sanihelp.it - Il libro del pene felice: un titolo che parla da solo quello del volume scritto da Aaron Spitz del Dipartimento di Urologia dell'Università della California a Irvine, nel quale l’urologo, principale delegato per il suo settore presso l'American Medical Association, illustra un programma in pochi punti per un’ottimale salute maschile sotto la cintola.

Alla base di una prestante funzione sessuale vi è prima di tutto una buona funzione circolatoria ed è per questo che se l’uomo gode di un'ottima salute cardiovascolare sarà protetto anche nelle parti intime. Ecco, quindi, i 4 aspetti fondamentali cui prestare attenzione:

Alimentazione: bisogna prediligere una dieta ricca di frutta e verdura, fonte di ossido nitrico, indispensabile per favorire l'erezione (per la sua capacità vasodilatatoria, infatti è proprio la dilatazione dei vasi sanguigni che permette l'afflusso di sangue necessario per l'erezione). Prediligere verdure a foglia verde, dalla lattuga alla rucola agli spinaci (ricca di nitrati naturali da cui si libera l'ossido nitrico). Meglio, inoltre, mangiare frutta a pezzi e non frullata, perché altrimenti si perdono le fibre e si assimilano di più gli zuccheri, Evitare i cibi precotti, confezionati e in scatola, ma anche i carboidrati troppo raffinati, i dolci e più in generale il cibo spazzatura. Gli zuccheri in eccesso aumentano le tossine nel sangue, bloccano l'ossido nitrico e danneggiano i vasi sanguigni, mentre cibi con molti additivi come i fosfati possono calcificare e indurire le arterie, favorendo la disfunzione erettile. È importante, infine, anche masticare bene perché il processo che porta al rilascio di ossido nitrico inizia in bocca.

Sport: sì all'esercizio fisico, che migliora la circolazione riducendo le tossine circolanti e favorendo il rilascio di ossido nitrico. Inoltre aiuta a dimagrire e il grasso in eccesso è nemico di un pene felice, perché si associa a riduzione dell'ormone maschile, il testosterone e a un rischio del 30% maggiore di avere problemi di erezione. Ci sono anche degli esercizi per allenare le parti basse, i cosiddetti esercizi di Kegel, che possono favorire il controllo dell'erezione e contrastare l'eiaculazione precoce.

Abitudini: no a fumo e alcol. Il fumo rilascia tossine e indurisce le pareti dei vasi ostacolando i meccanismi erettivi, e l'alcol, oltre a ridurre testosterone e ossido nitrico, potrebbe essere tossico anche per i nervi che innervano il pene.

Sonno: i maschi devono puntare a dormire dalle 7 alle 9 ore per notte. Mentre si dorme i livelli di testosterone aumentano e il sangue affluisce liberamente al pene. Dormire meno di 5 ore per notte per alcuni giorni di seguito porta a un calo significativo nei livelli di testosterone, una riduzione simile a quella che si osserva normalmente in 10-15 anni di vita.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:

Video del Giorno: