Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le più colpite sono le giovani donne

Utilizzare troppo i device provoca il 'collo da tablet'

di
Pubblicato il: 17-10-2018

Utilizzare troppo i device provoca il 'collo da tablet' © iStock

Sanihelp.it - Un recente studio, pubblicato sul Journal of Pshysical Therapy Science e condotto dall’Università di Las Vegas, evidenzia i rischi che si corrono utilizzando a lungo i nostri amati device: smartphone e tablet. Secondo la ricerca sono proprio questi strumenti elettronici i principali responsabili delle disfunzioni muscolo-scheletriche dell’organismo; tanto che si parla già del fenomeno del 'collo da tablet'. Chi usa questi device ammette di soffrire di dolori articolari diffusi al collo ed alle spalle, il 15% del campione intervistato manifesta anche marcati disturbi del sonno, congiuntamente causati dal cosiddetto effetto da 'stress da notifica'.

Siamo portati ad un uso poco consapevole di smartphone e tablet: che sia per svago o per lavoro, passiamo la maggior parte del nostro tempo chini sui display. Stando a quanto emerso dallo studio, a essere colpite dai disturbi sono soprattutto le giovani donne. Le donne, infatti, hanno braccia più corte e spalle più strette: questo può portarle ad assumere più facilmente posizioni scorrette durante l'utilizzo dei device; e sono proprio queste posture sbagliate, più ancora delle ore passate di fronte allo schermo, a provocare i fastidi.

Esistono, chiaramente, modi diversi di visualizzare i contenuti del nostro telefono: un conto è stare in piedi, un altro trovarsi a terra con le gambe incrociate, postura questa che costringe il corpo ad uno stress notevole sulle articolazioni. Le conseguenze di questa modalità d’uso sono direttamente visibili sul campione preso in esame. Ma non è tutto: gravi conseguenze scaturiscono anche dall’usare il telefono o il tablet tenendolo sul grembo o su un tavolo con il capo chino. In tutte queste situazioni la colonna cervicale si china in avanti e va in iper-flessione, la posizione più deleteria per il collo, il quale può arrivare a subire uno stress pari al peso di 20Kg che gravano al centro della cervicale.

Per limitare queste conseguenze sarebbe opportuno sottoporsi ogni giorno a rigidi protocolli di allenamento che puntino a rafforzare le zone interessate. Esercizi mirati possono prevenire i fastidi ed offrire un assetto ottimale della colonna. Oltre a ciò è consigliabile, soprattutto per chi usa i device per lavoro, 'staccare la spina' ad intervalli regolari: gli esperti consigliano di prendersi una pausa di almeno 15 minuti ogni due ore.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Journal of Pshysical Therapy Science

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: