Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nuove prospettive nel trattamento del dolore neuropatico

di
Pubblicato il: 06-11-2018

Nuove prospettive nel trattamento del dolore neuropatico © iStock

Sanihelp.it - Uno studio pubblicato sulla rivista Nature Methods e condotto in collaborazione dall’Università Statale di Milano e dall’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, ha rivelato le proprietà di BLINK2, una nuova proteina ingegnerizzata capace di inibire l’attività neuronale e potenzialmente utile nel trattamento del dolore neuropatico.

Lo studio in questione, infatti, evidenzia come tale proteina sintetica previa attivazione tramite luce blu, sia in grado di alleviare il dolore neuropatico.

Nello studio viene sfruttata l’optogenetica, una tecnica sperimentale molto usata in ricerca biomedica, che permette di intervenire sull’attività neuronale di organismi modello attraverso l’uso della luce.

Questa tecnica si basa sull’utilizzo di proteine che si attivano o disattivano con un flash di luce, e consente di controllare in remoto le cellule in cui queste proteine sono espresse.

In natura si trovano principalmente proteine in grado di attivare i neuroni.

Di particolare interesse risulta quindi l’ingegnerizzazione in laboratorio di proteine in grado di inibire l’attività delle cellule, soprattutto se l’obiettivo è quello di stabilire come circuiti neuronali complessi siano responsabili di specifici comportamenti.

Nello studio è stato possibile dimostrare che la proteina BLINK2 è in grado di inibire l’attività neuronale nel cervello di mammifero.

Tale inibizione persiste al buio per molti minuti, ecco perchè si differenzia dagli altri tool optogenetici, che operano su scale di millisecondi e secondi.

Il fatto che questa proteina sia in grado di inibire l’attività neuronale per decine di minuti la rende particolarmente adatta al controllo dell’ipereccitabilità neuronale persistente, che poi è quello che succede quando c’è il dolore cronico di natura neuropatica.

BLINK2 è stata testata in un modello animale di dolore neuropatico: i risultati hanno mostrato che è in grado di alleviare per oltre mezz’ora il dolore in un ratto esposto, per un solo minuto, a una fonte di luce blu.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Nature Methods

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: