Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Diabete: le mandorle riducono i fattori di rischio

di
Pubblicato il: 20-11-2018

Diabete: le mandorle riducono i fattori di rischio © iStock

Sanihelp.it - Due recenti studi hanno confermato che le mandorle, consumate nell’ambito di uno stile di vita sano ed equilibrato, possono rappresentare un valido alleato nelle persone che soffrono di diabete di tipo 2, grazie al loro profilo nutrizionale, basso per indice glicemico e ricco di nutrienti, incluse proteine che combattono la fame (6g/28 g), fibre alimentari che saziano (4 g/28 g), grassi buoni e vitamine e sali minerali - come la vitamina E (7,3 mg/28 g), magnesio (76 mg/28 g) e potassio (210 mg/28 g). 

Il primo è stato condotto su un campione di indiani asiatici con diabete di tipo 2 e livelli di colesterolo alti e ha dimostrato che sostituire il 20% delle calorie con mandorle intere crude - un cibo già familiare nella cultura indiana - in una dieta ben bilanciata, migliorava i parametri della salute del cuore legati al diabete di tipo 2, inclusi: circonferenza vita, rapporto vita-altezza, colesterolo totale, trigliceridi, colesterolo Ldl, proteina C reattiva, emoglobina A1c. Gli indiani asiatici hanno una predisposizione genetica al diabete di tipo 2 e queste scoperte dimostrano i molteplici effetti benefici delle mandorle sui fattori di rischio cardiovascolare associati a questo tipo di diabete.

Il secondo studio è stato effettuato su cinesi con diabete di tipo 2, che seguivano una dieta sana per il cuore, ha valutato l'effetto dell'aggiunta di 60 grammi di mandorle al giorno sul mantenimento dei livelli di zucchero nel sangue e sui fattori di rischio di malattie cardiovascolari. La dieta con le mandorle offriva una qualità nutrizionale migliore, ma nessuna dieta - con mandorle o senza - ha migliorato la condizione dello zucchero nel sangue o i fattori di rischio cardiovascolare, come ci si aspettava.

Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che in un sottoinsieme di persone con diabete di tipo 2 ben controllato, la dieta con le mandorle abbassava il livello di glucosio sierico a digiuno (che misura i livelli di zucchero nel sangue dopo il digiuno) del 6% e l'emoglobina A1c (che misura i livelli medi di zucchero nel sangue in un periodo dai due ai tre mesi) del 3%. Questi risultati suggeriscono che includere mandorle in una dieta sana può aiutare a migliorare i livelli di zucchero nel sangue a lungo termine nelle persone con diabete controllato.

Gli italiani affetti da diabete di tipo 2 sono circa il 5% della popolazione, oltre 3 milioni di persone. Si stima che a questo numero possa aggiungersi circa 1 milione di persone che hanno la malattia ma non lo sanno. La ricerca suggerisce che i cambiamenti nello stile di vita, incluso il miglioramento dell'attività fisica, la perdita del peso in eccesso e cambiamenti alimentari, non solo aiutano a gestire il diabete di tipo 2, ma possono ridurre il rischio di sviluppare la patologia e dare dei benefici a lungo termine migliori della terapia farmacologica. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Almond Board of California

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: