Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le correzioni degli occhi

di
Pubblicato il: 15-10-2005

I difetti degli occhi possono migliorare con il make up, ma la correzione deve essere fatta nel modo giusto.

Sanihelp.it - Occhi infossati
Gli occhi infossati sono caratterizzati da una palpebra sottile e dalla zona sottosopraccigliare piuttosto gonfia e priva di profondità. Ecco come si procede per la correzione:  
 
  • l’occhio nell’insieme va bordato con una certa intensità, le ombreggiature devono essere ampie e ben distribuite, le zone di luce invece piccole e contenute


  • per dare risalto a occhi infossati e quindi in secondo piano, le ciglia devono essere molto piegate, ben truccate ed eventualmente infoltite da ciglia finte


  • le sopracciglia vanno leggermente ingrossate: le sopracciglia troppo sottili infatti mettono in evidenza il gonfiore delle palpebre


  • il fondotinta che si usa per gli occhi non deve essere più chiaro della base (come si usa di solito), ma dello stesso tono


  • le palpebre devono essere scurite con un ombretto piuttosto scuro, ma discreto e naturale: distribuire un ombretto chiaro su tutta la palpebra fino al sopracciglio e applicare l’ombretto scuro solo sulla piega della palpebra e all’angolo esterno dell’occhio


  • l’occhio bordato di scuro va sfumato in senso centrifugo, creando eventualmente dei punti-luce per compensare lo scuro applicato a scopo correttivo


  • la zona in cui la correzione va applicata con maggiore intensità è il centro della palpebra lungo la piega orizzontale: è qui che l’occhio appare più gonfio.


Occhi incavati
L’occhio incavato si presenta quasi sempre in forma tondeggiante, ha la palpebra mobile molto ampia e appare nell’insieme arretrato rispetto al piano della fronte e del naso: queste caratteristiche tendono a mantenerlo in una costante posizione d’ombra rispetto al resto del viso.  
Ciò avviene soprattutto a causa dell’osso sopraorbitario frequentemente sporgente.  
 
Inoltre le caratteristiche dell’occhio incavato si accentuano col passare degli anni: infatti è piuttosto raro trovare occhi con queste particolarità molto accentuate su soggetti giovani.  
 
  • Nella preparazione della base portare l’occhio verso l’esterno, mediante l’applicazione di un colore chiaro su tutta la zona orbicolare, e in particolare sulla palpebra.


  • Curvare bene le ciglia, rialzandole soprattutto all’esterno.
    Truccare bene le ciglia, insistendo soprattutto sulle radici. Se si scelgono le ciglia finte, dovranno essere piuttosto corte, per non creare una cortina che metterebbe ulteriormente in ombra la parte inferiore dell’occhio.


  • Applicare sulla palpebra un ombretto chiaro molto luminoso.


  • Stendere a metà palpebra un ombretto scuro naturale, disegnando una sfumatura piuttosto stretta che andrà allargata all’angolo esterno, dove l’occhio tende generalmente a scendere.


  • Ombreggiare l’osso sopraorbitario con un colore pesca o rosa salmone luminoso, per farlo sembrare meno sporgente (questa tonalità dovrà comunque risultare più scura del fondotinta applicato sull’intero viso).


  • Colorare la rima palpebrale con una matita avorio o di color salmone per i soggetti scuri.
Occhi sporgenti
  • Su questo tipo di occhio bisogna applicare un ombretto scuro (marrone, grigio scuro, nero), stendendolo in modo più intenso alla radice delle ciglia e sfumandolo verso la piega della palpebra.


  • La bordatura va disegnata molto aderente alle ciglia superiori, riempiendo con la matita o con il pennellino intinto in eye liner diluito lo spazio di pelle bianca che, su questo tipo di occhio, si nota tra le radici delle ciglia.


  • Sull’occhio sporgente è quasi sempre necessario scurire la rima palpebrale, ma, a causa dell’eccessiva rotondità, bisogna cercare di allungare l’occhio: per far ciò, applicare la matita scura sulla rima palpebrale inferiore fino a cinque o sei millimetri oltre l’angolo esterno, scavando la radice delle ciglia inferiori, poi continuare all’esterno, evitando antiestetici scalini tra la bordatura interna e quella esterna. Unire all’angolo esterno con il segno della palpebra superiore.


  • La piega della palpebra verrà prolungata verso l’esterno con una sfumatura tale da adattare la dimensione della palpebra a quella dell’occhio.


  • Applicare il mascara insistendo molto sulle radici.
Occhi distanziati
Gli occhi distanziati lasciano molto spazio al gioco delle sfumature e dei chiaroscuri, permettono quindi di ottenere effetti di trucco molto sofisticati.  
 
  • La linea degli occhi va allungata verso l’interno e la mezzaluna deve tracciare una sfumatura che avvicini l’occhio alla radice del naso.


  • Sulla palpebra stendere un ombretto chiaro.


  • È bene che la coda dell’occhio sia mantenuta leggermente rialzata, in modo da evitare un’espressione triste.


  • Le sopracciglia devono avvicinarsi alla radice del naso e avranno un arco piuttosto allungato.
Occhi ravvicinati
Questo tipo di occhi è abbastanza comune e generalmente è accompagnato da un naso piuttosto lungo e stretto e da sopracciglia vicine fra loro alla radice.  
 
Ecco come correggere questa imperfezione:  
 
  • depilare le sopracciglia all’attaccatura del naso, in modo da distanziarle, tenendo presente che la correzione, essendo bilaterale, risulterà raddoppiata: se si depilano cioè tre millimetri per parte, si distanzieranno le sopracciglia di sei millimetri totali, si faccia attenzione quindi a non eccedere


  • schiarire la zona interna degli occhi, ai lati del naso, per creare un effetto di maggior distanza fra gli occhi


  • far partire la bordatura e il trucco dall’occhio allungandosi il più possibile verso le tempie


  • truccare le ciglia soprattutto all’esterno, curvandole con cura al fine di scoprire completamente l’angolo esterno e rendere l’occhio più allungato.
Occhiali e lenti a contatto
Chi porta gli occhiali deve fare attenzione ad alcuni particolari quando si trucca, perché, a seconda del difetto visivo, le lenti deformano la normale forma e dimensione dell’occhio.  
 
Se si è miopi, attraverso gli occhiali gli occhi appaiono più piccoli. Scegliere quindi ombretti luminosi e kajal chiari e applicare molto mascara nero: questo trucco allarga l’occhio.  
 
Al contrario, gli occhi degli ipermetropi sembrano più grandi attraverso le lenti: in questo caso è meglio preferire ombretti scuri, kajal scuri e poco mascara, una combinazione che fa apparire più piccoli gli occhi.  
 
Se invece agli occhiali si preferiscono le lenti a contatto, bisogna innanzitutto prendere l’abitudine di indossarle prima di truccarsi.  
Invece degli ombretti in polvere è consigliabile usare gli stick o gli ombretti in crema, perché con quelli in polvere si rischia che qualche granello finisca nell’occhio e provochi un’infezione.  
Infine: attenzione al kajal, con cui è meglio truccare solo l’esterno dell’occhio, perché il colore di questo cosmetico entra facilmente nell’occhio imbrattando le lenti.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti