Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gestire l'ansia da separazione

di
Pubblicato il: 14-11-2018

Gestire l'ansia da separazione © iStock

Sanihelp.it - Si chiama ansia da separazione ed è il motivo per cui i bambini, molto piccoli e non solo, cominciano a piangere disperatamente quando i genitori, specie la mamma si allontana. è normale in tutti i bambini, tuttavia in alcuni il disagio può assumere forme tali da impedirgli di svolgere le normali attività a scuola e di instaurare amicizie.

Gli esperti dell’Harvard Medical School hanno fornito alcuni semplici consigli per tutti i genitori per minimizzare l’ansia da separazione.

L’ideale è lasciare il bambino dopo le poppate o comunque dopo che ha dormito, in modo che  non sia già nervoso di suo per sonno e fame.Bisognerebbe lasciarlo dopo aver messo in atto quello che viene chiamato, rituale dell’addio, cioè solo dopo averlo abbracciato affettuosamente e baciato. Bisogna lasciarlo con leggerezza, senza che il genitore stesso ne faccia un dramma e rassicurarlo sul fatto che si tornerà presto a prenderlo, come promesso.

è bene quindi non mancare a tale promessa!

Se il bambino è molto piccolo è meglio lasciarlo nel proprio ambiente, facendo venire a casa una baby sitter, altrimenti lasciarlo sempre nello stesso nido, con lo stesso personale.

In ogni caso non bisogna cedere, ma lasciare il bambino comunque nonostante i suoi pianti, che comunque finiranno presto,  rassicurandolo sul fatto che starà comunque ben, nonostante l'assenza genitoriale.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: