Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Consigli pratici

Cosa mangiare prima e dopo lo yoga

di
Pubblicato il: 27-11-2018

Come nutrirsi prima di iniziare una lezione e dopo la sua conclusione per non appesantire il corpo


Cosa mangiare prima e dopo lo yoga © iStock

Sanihelp.it - Lo yoga insegna ad essere più consapevoli del proprio corpo, e anche delle connessioni che esso ha con i ritmo e con i bisogni.

Per questo spesso chi pratichi yoga da un po’ di tempo inizierà anche a mangiare meglio, e a ritrovare, anche sotto questo aspetto, un certo equilibrio.

Tuttavia, in tanti si chiedono che cosa poter mangiare prima e dopo la pratica.

È vero che prima di praticare bisognerebbe trovarsi a digiuno, ma potrà capitare di avere un attacco di fame un’ora prima di una lezione, o di sentire l’appetito dopo la pratica.

In questi casi si potranno seguire alcuni semplici consigli, grazie ai quali sarà possibile non appesantirsi e sentirsi decisamente meglio.

Cosa mangiare prima della pratica

Prima di praticare bisognerebbe essere a digiuno, ma un’ora prima della propria lezione sarà possibile consumare uno snack per non sentire proprio i morsi della fame.

Questo potrà essere composto da carboidrati semplici, come dei cracker, oppure delle carote, o anche da un frullato energizzante e a base di frutta.

Ognuno sceglierà la soluzione migliore per il proprio metabolismo e per il proprio stomaco.

Cosa mangiare dopo la pratica

Dopo aver praticato potrà arrivare la fame e potrete nutrirvi nuovamente con cibi semplici ma nutrienti.

Una combinazione 3 a 1 di carboidrati e proteine vi consentirà di avere le energie giuste per proseguire le vostre attività, e anche di nutrire i vostri muscoli, che avrete sollecitato durante la pratica.

Del riso non troppo condito, con legumi e delle verdure sarà, ad esempio, un'ottima soluzione, soprattutto se utilizzerete il riso integrale.

Pian piano imparerete sempre meglio a nutrire il vostro corpo in modo intuitivo, cioè ascoltando i suoi bisogni e cercando di assecondarli senza indugiare nel consumo di cibi troppo pesanti e lavorati, ma che siano il più vicini possibile alla natura.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: