Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

A rischio la salute di mamma e bebè

In gravidanza zero alcol: 10 cose da sapere

di
Pubblicato il: 04-12-2018

Il decalogo sul divieto di alcol in gravidanza è diffuso in occasione di una campagna rivolta alle future mamme. Ecco tutto ciò che c'è da sapere.


In gravidanza zero alcol: 10 cose da sapere © iStock

Sanihelp.it - Tutte le mamme e i papà che decidono di avere un bambino desiderano che nasca sano. Il periodo preconcezionale inizia quando si hanno rapporti liberi o finalizzati alla ricerca di un figlio ed è il momento migliore per individuare fattori di rischio per mamma e bambino e agire sugli stessi. Attenzione future mamme: circa il 40% delle gravidanze non è programmato. Questo non significa che non desideriamo quel figlio, solo che spesso si è convinti di non poter rimanere incinta così facilmente oppure il bimbo arriva quando non ci speravi più, oppure credevi di esser troppo avanti con gli anni perché arrivasse.

Al contrario, un numero sempre maggiore di donne deve programmare la gravidanza e ricorrere a tecniche di fecondazione assistita. Se vogliamo offrire a nostro figlio la possibilità di essere sano, dobbiamo fare prevenzione e si deve agire in fase preconcezionale: nel momento in cui ci si accorge della gravidanza molti organi e apparati si sono già formati e, in caso di esposizione ad agenti pericolosi, il danno sull’embrione potrebbe essere già avvenuto. Le anomalie congenite sono patologie strutturali, funzionali o metaboliche che si determinano durante il concepimento o nella vita in utero durante lo sviluppo dell’embrione o del feto. Interessano il 5% dei nati ma possono essere di varia natura e non sempre gravi.

In questo contesto di prevenzione si inserisce la quarta edizione della campagna di informazione Se aspetti un bambino, l’alcol può attendere, realizzata dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia e AssoBirra, per sensibilizzare le donne sui rischi legati al consumo di alcol durante il periodo della gravidanza e su come prevenirli. Ecco il decalogo diffuso in occasione della campagna.

1. Bere bevande alcoliche in gravidanza aumenta il rischio di danni alla salute di mamma e bambino.

2. L’alcol assunto in gravidanza è in grado di arrecare danni al prodotto del concepimento sin dalle primissime settimane di gestazione.

3. I danni causati al nascituro sono molto spesso permanenti e talora si evidenziano nell’infanzia.

3. In gravidanza è rischiosa qualsiasi bevanda alcolica, senza differenze di tipo o gradazione

5. Durante la gravidanza non esistono quantità di alcol considerate sicure o prive di rischio per il feto. Quindi zero alcol! 

6. Se stai pianificando una gravidanza già da prima del concepimento astieniti dal consumo di alcol.

7. È opportuno non consumare bevande alcoliche anche durante l’allattamento.

8. L’alcol attraversa facilmente la placenta e raggiungere il feto alle stesse concentrazioni della madre. Il feto non ha la capacità di metabolizzare l’alcol che nuoce direttamente alle cellule cerebrali e ai tessuti degli organi in formazione.

9. In nessun trimestre di gravidanza bere alcol è privo di rischi.

10. Se hai l’abitudine di consumare alcol, interrompi subito di bere e rivolgiti a uno specialista che ti aiuterà a smettere.

La campagna utilizzerà diversi strumenti d’informazione (il sito internet dedicato e i canali social) e un workshop dedicato alla community di mamme molto attive nella rete che diventeranno le ambasciatrici di questo importante tema, con la partecipazione di Federica Fontana.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Sigo e Assobirra

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: