Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Oncologia

Elena Fanchini un anno dopo l'annuncio del tumore

di
Pubblicato il: 15-01-2019

La sciatrice si racconta a un anno dalla rivelazione della malattia che si è messa alle spalle de finitamente lo scorso novembre.


Elena Fanchini un anno dopo l'annuncio del tumore © iStock

Sanihelp.it - Era il 12 gennaio 2018 quando la sciatrice Elena Fanchini annunciava di essere costretta a dare forfait alle Olimpiadi invernali in terra coreana perché impegnata su un fronte ben più arduo di una discesa sciistica: la lotta contro un tumore. « La vita mi ha messo davanti ad una nuova sfida, una cosa seria per cui sono costretta a fermarmi per curarmi. Non é facile perché penso a tutti i sacrifici, alla fatica, agli obiettivi della stagione, alle olimpiadi e ai miei sogni. Tutto scivola via come pioggia. Questa é la vita, non sai mai cosa può succedere, ma io non mi arrendo, affronto questa nuova sfida con tanta forza e coraggio per tornare più forte e realizzare i miei sogni» aveva scritto sui propri social.

Prima l’operazione, a fine maggio, poi i cicli di chemioterapia, gli esami, fino alla notizia più bella, il 2 novembre scorso: Elena è guarita e può tornare ad allenarsi con la Nazionale, in vista delle gare del 2019: «In tutti questi mesi sono sempre riuscita ad allenarmi, anche se le ultime settimane sono state difficili per via delle cure che sono state abbastanza pesanti» rivela Elena alla Gazzetta. «Tuttavia l’aiuto di tanta gente è stato di conforto e mi è servito per superare questo periodo. Adesso posso finalmente dedicarmi esclusivamente allo sport, abbiamo stilato un programma di allenamento con gli allenatori che durerà nei mesi di novembre e dicembre, da gennaio rientrerò in gara».

Ma la sorte non è dalla parte dell’atleta che, negli anni, ha collezionato diversi infortuni. Il 23 novembre 2018, dopo soli 5 giorni di ritorno effettivo sugli sci, succede di nuovo: cade in allenamento, fratturandosi la testa del perone, il piatto tibiale della gamba sinistra e anche il pollice della mano sinistra. Operata, ha trascorso quasi due mesi bloccata a letto con il gesso e solo da poco ha ripreso a muoversi con le stampelle per cominciare la riabilitazione.

Tanti momenti difficili affrontati, per quanto possibile, in maniera sorridente: « Ai miei tifosi voglio invece diffondere sempre un’immagine positiva» ha spiegato in una recente intervista al Corriere della Sera. «Sono testimonial della Onlus Cancro primo aiuto. Conservo con scrupolo i messaggi di persone normali, durante le mie battaglie: contro il cancro e il nuovo infortunio. Sto lottando ancora, ho capito che il segreto consiste nel darsi un obiettivo a breve termine sempre nuovo». Se durante la chemio l’obiettivo era tornare sugli sci, ora, dopo l’infortunio, vuole prima di tutto tornare a camminare, ma non esclude il rientro alle gare. «Quello sarà il futuro obiettivo, non è l’immediato. Sarà la mia prossima sfida, adesso nessuno può dire se ce la farò. Di certo, io sono pronta ancora a combattere. Aver sconfitto la malattia mi ha dato tanta forza in più». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Facebook, Gazzetta dello Sport, Adnkronos, Corriere della Sera

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: