Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le giuste precauzioni nell'uso dello smartphone

di
Pubblicato il: 21-01-2019

Le giuste precauzioni nell'uso dello smartphone © iStock

Sanihelp.it - Una sentenza del TAR del Lazio molto recente ha accolto il ricorso dell’Associazione per la prevenzione e la lotta all’elettrosmog. I ministeri dell'Ambiente, della Salute e dell'Istruzione si sono per questo impegnati a divulgare campagne informative sulle corrette modalità d’uso di telefoni cellulari e cordless.

È molto interessante a questo proposito, le raccomandazioni fatte dagli esperti SITOX (Società Italiana di Tossicologia).

Fino ad oggi, ricordano gli esperti, non è disponibile alcuno studio scientifico che dimostra un nesso tra l’esposizione alle radiazioni emanate dai cellulari e danni per la salute dell’uomo. 

Dato l’alto numero di consumatori che utilizzano cellulari per tempi prolungati, dagli anni Novanta, gli effetti dovrebbero essere già emersi molto chiaramente in un numero di individui molto significativo. 
Questo non significa che non è necessario prendere precauzioni.

È bene ricordare che il contatto costante di questi dispositivi espone l’organismo umano alle radiazioni a radiofrequenza (RFR) che i cellulari utilizzano per ricevere ed inviare segnali ai ripetitori più vicini.

Le preoccupazioni per l’uso del cellulare sono nate proprio per questo motivo, dato che i tessuti a contatto con il cellulare possono a loro volta assorbire l’energia a radiofrequenza utilizzata dai cellulari stessi. 

Il principale meccanismo d’azione tra le RFR e il corpo umano è il riscaldamento dei tessuti.

Alle frequenze utilizzate dai telefoni cellulari, la maggior parte dell’energia viene assorbita dalla pelle e altri tessuti superficiali, con conseguente aumento di temperatura trascurabile nel cervello o altri organi del corpo.

Ecco perché è consigliabile evitare di usare il cellulare per ore tenendolo attaccato all’orecchio, ma è meglio utilizzarlo con un paio di cuffie o un auricolare Bluetooth.

Ovviamente, sono preferibili le cuffie con jack da 3,5 millimetri, perché riducono praticamente a zero l'esposizione mentre gli auricolari Bluetooth comunque producono una minima quantità di onde radio. 

In secondo luogo, nel caso in cui il segnale di rete sia assente o molto basso, sarebbe meglio evitare di tenere Internet accesso.

La continua ricerca della connessione dati aumenterà le onde a radiofrequenza prodotte dal dispositivo e aumenterà dunque la nostra esposizione.

Per lo stesso ragionamento è meglio mettere il telefono in uno zaino o una borsa quando stiamo in giro per diverso tempo invece che portarlo nella tasca dei pantaloni.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SITOX

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: